Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I mercati virtuali e il caso '' east2italy.com ''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 quella amministrativa, dal momento che i rapporti commerciali interessano un numero variabile di soggetti e gli importi che circolano sono molto elevati. I.1 LE FASI DEL B2B Il Business-to-Business, meglio noto come B2B, è un mondo estremamente complesso se inteso, appunto, come l’universo delle applicazioni tra imprese, rese fattibili dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione basata su Internet. Proprio per questo, esso risulta difficile da schematizzare, anche a causa della disomogeneità delle iniziative e la fantasia degli approcci che ne hanno determinato lo sviluppo nel corso degli ultimi anni. L’evoluzione del B2B può essere strutturata in quattro fasi principali: 9 Fase esplorativa o statica: le imprese prendono consapevolezza della necessità di affrontare il nuovo spazio di relazioni tramite le nuove tecnologie, nonostante non sappiano ancora individuare con precisione l’uso che concretamente possono fare del Web. Internet è solo avvertito come un nuovo strumento di promozione, che permette di raggiungere su scala globale un maggior numero di clienti, senza barriere di tempo e di spazio. Anche le piccole imprese, pur scontando un inevitabile deficit di visibilità sulla rete, possono accedere al commercio elettronico e a mercati prima irraggiungibili. Si può parlare in questo caso di “democratizzazione” 1 del commercio elettronico. Dopo questa prima fase, i siti aziendali vengono arricchiti da motori di ricerca per parole chiave, dalla pagina per il recruiting on-line e da una serie di personalizzazioni per l’utente che si collega e interagisce con l’interfaccia aziendale. 9 Fase dinamica o integrazione di primo livello: l’azienda permette all’utente l’accesso on-line alle transazioni, che si esemplifica nella possibilità di aprire e consultare 1 S. KAPLAN e M. SAWHNEY, “E-Hubs: The New B2B Marketplaces” in Harvard Business Review, Maggio-Giugno, 2000.

Anteprima della Tesi di Desiree Piovesan

Anteprima della tesi: I mercati virtuali e il caso '' east2italy.com '', Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Desiree Piovesan Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1116 click dal 01/12/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.