Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Confronto tra il vulcanismo del pianeta Marte e il vulcanismo terrestre con particolare riferimento alla Provincia Comagmatica Romana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 crosta, possa creare una sovrapressione sufficiente a generare una frattura in presenza di uno stress tensionale uniforme. Il magma riempie così il vuoto creato fino a che la frattura, raggiunta la lunghezza critica, comincia a propagarsi verso l'alto tendendo ad aprire l’estremità superiore e chiudere quella inferiore. Anderson & Grew (1977), hanno proposto un meccanismo di propagazione delle fratture causato per stress ad opera di sostanze corrosive liberate all’interno della frattura per essoluzione dei volatili. Questi gas unitamente all’azione dell’acqua, agendo come agenti chimici corrosivi, aggrediscono la roccia incassante e riducono l’energia necessaria alla sua fratturazione. Non tutto il magma prodotto nel mantello riesce a raggiungere la superficie terrestre a causa del fatto che, perdendo calore durante la risalita, esso diventa man mano più viscoso ed incontra maggior resistenza a fluire. Quando il magma, risalendo verso la superficie incontra una zona ad uguale densità, si determinano le condizioni che ne permettono l’accumulo con la formazione di una camera magmatica. All’interno delle camere magmatiche, l’effetto del raffreddamento del magma e la conseguente cristallizzazione di fasi minerali, porta un originario magma basaltico ad evolversi per differenziazione, in termini progressivamente più ricchi in alcali e silice, ed a un impoverimento in MgO, FeO, CaO. Il meccanismo di differenziazione del magma, sembra giustificare in maniera comprensibile il processo che permette al magma in raffreddamento ed in cristallizzazione, di riacquistare la sua spinta ascensionale e giungere in superficie. 1.3.1. PROCESSI DI VESCICOLAZIONE Durante il processo di risalita o di differenziazione, si possono verificare fenomeni che portano alla saturazione un magma inizialmente sottosaturo in H 2 O o in altri gas. Una causa può essere la decompressione del liquido per la risalita verso zone a minore pressione idrostatica. Ogni diminuzione di pressione, in condizioni prossime alla saturazione, provoca la fuoriuscita di H 2 O dal reticolo cristallino e la sua essoluzione.

Anteprima della Tesi di Luca Tamburini

Anteprima della tesi: Confronto tra il vulcanismo del pianeta Marte e il vulcanismo terrestre con particolare riferimento alla Provincia Comagmatica Romana, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Luca Tamburini Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1822 click dal 13/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.