Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Concorrenza e regolazione nel trasporto ferroviario passeggeri: il difficile cammino delle riforme

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Il presente lavoro si propone di indagare i reali motivi che ostacolano e ritardano ancora il processo di liberalizzazione avviato e di fornire alcune possibili proposte di riforma, soprattutto per quanto riguarda il trasporto ferroviario in Italia. La trattazione si soffermerà, nel capitolo 1, sull’evoluzione delle normative comunitarie in materia, quale motore delle singole riforme nazionali, analizzandone le innovazioni e l’impatto sui principali sistemi ferroviari europei. Il secondo capitolo, invece, è interamente dedicato alle vicende italiane, qui se ne ripercorrono le alterne fortune sin dalla costituzione delle ferrovie nazionali, alla ricerca di un comun denominatore nella gestione del settore che aiuti a comprendere quale direzione sta imboccando il comparto alla luce, infine, degli apporti comunitari. Il terzo capitolo contiene, in conclusione, una proposta di riassetto del settore che, alla stregua di quanto avvenuto per altre public utilities, e in totale rottura con i tradizionali modelli di gestione fin qui perseguiti, ci sembra possa condurre al compimento del disegno concorrenziale

Anteprima della Tesi di Daniele Manetti

Anteprima della tesi: Concorrenza e regolazione nel trasporto ferroviario passeggeri: il difficile cammino delle riforme, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Manetti Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3695 click dal 09/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.