Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pinocchio come personaggio Drammatico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Spesso per definirlo si è ricorsi alla metafora cristica, sottolineando le corrispondenze tra le due vicende, e si è parlato di lui come di un iniziato al “legno della conoscenza” 1 e quindi al martirio della croce che essa comporta. Di per contro, è stata tentata anche la lettura opposta, mirante ad evidenziare la natura diabolica, ancorché dionisiaca, del burattino. D’altronde - fa notare Lanza - “più che foggiare un semplice burattino, si direbbe che il povero Geppetto stia dando vita, evocando, a una sorta di essere demoniaco, il cui dominio gli sfugge a misura che la creazione - evocazione procede.” E’ di Novalis il celebre detto “quando uno spirito muore diventa uomo”. Molte sono le letture delle “Avventure” nell’ottica della perdita. Pinocchio esperisce il mondo, si trova coinvolto nelle vicende terrene e ultraterrene, si imbatte in altrettante figure mitiche, esemplari. In una parola, conosce; nel far questo, però, perde la sua natura, l’innocenza del legno e quella del mito, diventando un essere razionale, di questo mondo. Perde la fanciullezza, la stolta ingenuità che lo avvicina ai pericoli; guadagna l’età adulta, l’umanità del bambino per bene, del bravo ragazzo che lavora, studia e non fa disperare il babbo. 1 R. Tommasi, Pinocchio: Analisi di un burattino,Firenze, Sansoni ,1990

Anteprima della Tesi di Dario Venturi

Anteprima della tesi: Pinocchio come personaggio Drammatico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Dario Venturi Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5899 click dal 13/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.