Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

22 homosexuell Aggettivo, detto di persone con inclinazione sessuale verso lo stesso sesso. Nella forma sostantivata si riferisce per lo più agli uomini, der Homosexuelle, come il suo equivalente italiano. Questo composto ibrido di greco (homós: “uguale, simile”) e latino (sexualis: “concernente il sesso”) è stato coniato nel 1869 dal militante gay austriaco di origine ungherese Károly Mária Kertbeny (Karl Maria Benkert). Per la sua neutralità, capacità di comprendere sia gay che lesbiche, e trasparenza di significato, almeno per chi ha un minimo di dimestichezza con le lingue classiche, il termine è stato inizialmente adottato dal mondo scientifico internazionale e in particolare psichiatrico, prima di trovare larghissimo uso nella stampa di molte lingue europee. Questo percorso ha lasciato un’eredità alla parola, nella forma di una connotazione per così dire “clinica”. Nel linguaggio quotidiano, in tedesco, si preferiscono infatti i termini schwul e lesbisch, a meno che il locutore non voglia assumere un atteggiamento distanziato, da osservatore, nei confronti dell’argomento. Come mai questa parola sia venuta in mente a Kathie, si potrebbe spiegare con il fatto che era contenuta nella mia domanda. Se d’altro canto comparirà raramente nelle altre liste, è probabilmente perché gli intervistati hanno pensato che fosse sottintesa. La traduzione con il termine italiano corrispondente, omosessuale, importato solo all’inizio del novecento attraverso l’inglese secondo lo Zingarelli, alla fine ottocento direttamente dal tedesco secondo Dall’Orto, mi pare quadrare senza problemi. E ora arriviamo ad una parola che è stata scritta con l’accompagnamento di grasse risate nel gruppo di amici di Kathi, e che ha suscitato l’ilarità anche di

Anteprima della Tesi di Agnese Bresin

Anteprima della tesi: Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: tedesco

Autore: Agnese Bresin Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2083 click dal 14/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.