Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

23 tutti i curiosi che hanno voluto dare un’occhiata al mio blocco successivamente: der Hinterlader Si tratta di un eufemismo particolarmente colorito, e alquanto volgare, di cui non ho trovato traccia sui dizionari. Mi sono fatta l’idea che appartenga al gergo ristretto sviluppato dal gruppo di amici di Kathi. Anche senza sapere il significato preciso, conoscendo i termini che lo compongono (hinter “dietro” e lader da laden: “caricare”), l’allusione al ruolo passivo dell’uomo nel rapporto omosessuale era chiara. Avevo pensato ad un concetto tipo “montacarichi”, ma poi ho scoperto che il significato letterale è “arma portatile a retrocarica”. Questo spiega l’ilarità, ma complica notevolmente il processo di traduzione! La proposta che mi sembra calzare meglio finora è culattone. Il ruolo passivo è chiaro, come grado di volgarità penso corrisponda più o meno a der Hinterlader. Peccato che in italiano nell’uso comune sfugga un’altrimenti fortuita connessione con il termine culatta, il cui primo significato, riportando la definizione dello Zingarelli 2002, è: “parte posteriore estrema della bocca da fuoco che contiene la carica di lancio” e inoltre, culatta mobile: “parte dell’arma portatile che porta il congegno di caricamento, otturazione e sparo”. La vicinanza dei concetti è innegabile. Semplice coincidenza o sorprendente parallelismo nell’uso eufemistico del gergo militare? Lo Zingarelli taglia corto e smorza ogni entusiasmo: culattone risale a culatta “nel senso popolare di deretano”.

Anteprima della Tesi di Agnese Bresin

Anteprima della tesi: Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: tedesco

Autore: Agnese Bresin Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2082 click dal 14/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.