Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli Indicatori dell'Information and Communication Technology

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 utilizzatori. Una killer application diviene "universale" solo se raggiunge e supera il punto di massa critica di utilizzo. In coincidenza di tale punto la pendenza della curva cambia e la diffusione delle nuove applicazioni cresce e si sviluppa esponenzialmente. Nonostante l’Italia abbia superato tale soglia relativa ad Internet (25-30%), manifesta un notevole ritardo rispetto ad altri Paesi dell’area Oecd, le cui ragioni vanno ricercate nella terza legge, la legge della distruzione, che spiega come le tecnologie si sviluppano esponenzialmente, mentre i sistemi sociali, politici ed economici si trasformano e cambiano solo incrementalmente a causa di problemi quali lo scarso interesse manifestato da legislatore per il fenomeno, la rigidità al cambiamento delle imprese e l’inadeguatezza delle infrastrutture. L’informazione viaggia in maniera inarrestabile su Internet ma è interessante notare anche il ruolo dei media tradizionali ed è per questo che una sezione di questo capitolo è dedicata proprio alla evoluzione dei mezzi di comunicazione nel tempo. Da questa analisi emerge la sempre più rapida diffusione delle ICT ma non bisogna sottovalutare che metà della popolazione mondiale non soltanto non ha accesso alla Rete ma tantomeno accede alle reti televisive internazionali. Il Digital Divide, spesso richiamato dai critici della new economy, è appunto il divario politico, sociale, economico e culturale che separa chi può avere accesso alle tecnologie da chi ne resta escluso. Esso si aggiunge a tutti gli altri divide quali povertà, mancanza di elettricità, istruzione, degrado e rischia di aumentare la forbice tra Paesi sviluppati e quelli in via di sviluppo. Nel secondo capitolo viene analizzato l’impatto dell’ICT, le quali si differenziano dalle altre tecnologie introdotte nel corso della storia per la loro capacità di fornire l’infrastruttura necessaria affinché l’intera economia mondiale possa operare come un’unica entità, in tempo reale e su scala mondiale. La prima parte del capitolo è dedicata all’analisi dell’impatto ICT

Anteprima della Tesi di Maria Teresa Bruno

Anteprima della tesi: Gli Indicatori dell'Information and Communication Technology, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Maria Teresa Bruno Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2281 click dal 15/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.