Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi spazi in Rete: il weblog

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Di “lui” i mass media hanno parlato molto, in modo anche parziale e limitante, con toni spesso sensazionalistici o forse un po’ snob 1 . Ma, per esperienza quotidiana, citando il termine weblog un buon numero di persone risponde: “Quella cosa che assomiglia a un diario personale?” o, più candidamente, affermare di averne sentito giusto parlare o, ancor più sinceramente, di non sapere di cosa si parla. Una fama direi quindi piuttosto fragile, che non contempla le potenzialità e le risorse messe a disposizione dal weblog. Questo non significa che il blog sia stato finora sottovalutato e meriti una riscoperta, al contrario credo anzi che in alcuni scenari è stato forse anche sopravvalutato. La mia intenzione è allora capire più da vicino cos’è il blog: descriverlo, esplorarlo, analizzarlo, confrontarlo, anche criticarlo. Vedremo come si presenta, in cosa si riconosce, quanto è difficile definirlo in modo esaustivo, quanto impegnativo classificarlo. Ma questo è solo un passo preliminare. Mi interessa conoscere i blogger, gli utenti del weblog. Non tanto da un punto quantitativo ma quasi personale, capire cioè cosa fanno con il loro blog, perché lo hanno scelto, cosa cercano e magari cosa temono. E il passo successivo, strettamente connesso, considererà le relazioni che vanno a instaurarsi tra i blogger. È un punto molto interessante (“logiche di collegamento, citazione e confronto”) in quanto attinge alle risorse in termini di interazione e dialogo messe a disposizione dal blog. Apprezzeremo la propensione del nuovo strumento nel creare relazioni tra soggetti in Rete valorizzando però, in parallelo, le peculiarità individuali. Fino ad arrivare al cuore della questione: il ruolo del weblog nel contesto della Rete. Ammesso che di ruolo si possa comunque parlare. Una precisazione lessicale: in alcune parti dell’elaborato utilizzo il termine sito come sinonimo di weblog/blog, per questioni di variatio ma, si vedrà, i due lemmi non sono del tutto sovrapponibili Voglio introdurre fin da ora anche alcuni neologismi che si ritroveranno più volte nel testo, allo scopo di favorirne familiarità e comprensione: Blogger: l’utente di weblog Blogosfera: l’insieme dei weblog Vib/blogstar/A-list: blogger famoso e molto seguito 1 Conosciuto comunque un periodo di massima copertura tra la fine del 2002 e la prima metà del 2003 la notiziabilità del blog è andata via normalizzandosi.

Anteprima della Tesi di Nicola Ferrari

Anteprima della tesi: Nuovi spazi in Rete: il weblog, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Nicola Ferrari Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3208 click dal 16/12/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.