Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione del rapporto mente-cervello nel pensiero di K.R. Popper e J.C. Eccles

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 La biologia è divenuta necessaria per la comprensione della mente, ma ciò non significa che essa sia sufficiente. Gli studi sulla mente e sulla coscienza come ho più volte sottoli- neato, diversamente da altri tipi di studi ( ad esempio, la ricer- ca di un anticorpo in grado di eliminare un virus letale e cioè “l’errore”, il pericolo per la sopravvivenza della specie) non possono evitare di affrontare problemi metafisici. È qui vorrei collocare J. Eccles e K. Popper, i quali cercano di colmare “provvisoriamente”, alla luce della pluralità dei punti di vista e delle possibilità, le lacune e le dimenticanze attribuibili ad al- cuni studiosi. Molto spesso infatti, i filosofi osservano il panorama della mente, dalla cima di una montagna, mentre i neuroscien- ziati preferiscono stare all’interno di essa ad armeggiare intor- no ai meccanismi situati nella “macchina centrale”. Per dirla in termini popperiani “non sono certa, ma so che è vero”, che l’uno (Eccles, forse perché nella vita era un abile maestro di roccia) ha scalato la montagna sino ad arrivare alla cima, e l’atro (Popper, dalla curiosità insaziabile) si è addentrato nella

Anteprima della Tesi di Patrizia Puggioni

Anteprima della tesi: Evoluzione del rapporto mente-cervello nel pensiero di K.R. Popper e J.C. Eccles, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Patrizia Puggioni Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6067 click dal 20/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.