Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dall'informazione esplosa alla conoscenza appetibile. Informatiotion Design per la presentazione di contenuti editoriali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1313 parlare della seconda disciplina sopramenzionata: la Linguistica Com- putazionale, che si può considerare in un certo senso un settore speci- fico della IA, in quanto disciplina che studia il linguaggio da un punto di vista scientifico, cioè basato su modelli che richiedono una precisa verifica per risultare validi. Tale verifica avviene in modo computa- zionale, cioè basandosi sull’utilizzo del computer come mezzo appli- cativo, e porta la linguistica ad allontanarsi dai tradizionali studi sul linguaggio ed a caratterizzarsi come un’area disciplinare che, come quelle scientifiche, formula teorie solo quando ne ha verificato sul campo la portata. Il linguaggio verrà così non solo analizzato nelle sue componenti sintattica e semantica, ma ne sarà anche verificata l’efficacia nell’ambito della ricezione e dell’apprendimento da parte del destinatario. Infatti, se la filosofia del linguaggio si fermerà a con- siderare la lingua esclusivamente da un punto di vista sintattico e fo- nologico, la Linguistica Computazionale si cimenterà nel difficile stu- dio delle implicazioni semantiche e delle influenze contestuali, sempre in relazione alla comunicazione linguistica. Vedremo più diffusamente i contributi che hanno fornito sia l’intelligenza artificiale che la linguistica computazionale al problema del sovraccarico delle informazioni che caratterizza la società odierna. Qui si intende invece contestualizzare la disciplina dell’Information Design, ma soprattutto conoscerne le fonti, per poi meglio comprende- re la portata degli studi fatti in merito. Ciò che in fondo l’information designer cerca di fare è trovare una soluzione all’inevitabile problema della esplosione delle informazioni, a cui ognuno di noi può assistere oggi. L’Information Designer ha come obiettivo quello di rendere per- tinente un certo insieme di dati ai fini di un determinato scopo o esi- genza. Il problema infatti sta nel fatto che spesso non solo non sap- piamo discernere quale informazione è più interessante ai nostri scopi, ma non capiamo neanche per quale motivo la stiamo cercando. Questo può sembrare paradossale, ma non lo è se pensiamo che spesso, quan- do ci troviamo di fronte a troppe possibilità, non sappiamo quale si adatta di più alle nostre esigenze. Un esempio molto semplice può es-

Anteprima della Tesi di Duccio Boldrini

Anteprima della tesi: Dall'informazione esplosa alla conoscenza appetibile. Informatiotion Design per la presentazione di contenuti editoriali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Duccio Boldrini Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1315 click dal 21/12/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.