Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Kljuev le verità nelle poesie e nella realtà. Kljuev ed alcuni pensatori tedeschi. (Dubbi, problemi e controversie)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 La tematica del "capro espiatorio" è di grande importanza nella storia: dalla tradizione tragica greca (tragedia deriva da tragos, caprone) alla tradizione cristiana la vittima sacrificale è spesso presente Tra gli altri, il fondatore della psicoanalisi, Freud, lo scrittore Sacher-Masoch e, a suo modo, il marchese De Sade si sono occupati del dolore e dei suoi vari significati. Si deve inoltre citare la tradizione dei canti funerari russi, ai quali si ispira Kljuev per comporre questa poesia. Egli partecipa alla rivoluzione russa ed è legato politicamente e sentimentalmente con Maria Dobroljubova. Anche la divisione in parti che si può operare è abbastanza semplice ed intuitiva: le prime due strofe trattano infatti del momento della morte del padre che intona un canto funerario, proprio della tradizione popolare russa; le altre due strofe costituiscono una netta contrapposizione rispetto alle altre: il figlio dichiara che non sopporterà le sofferenze che sono state inflitte al padre e che combatterà la sua battaglia. La poesia si apre con la similitudine безответным рабом che incomincerà il percorso circolare della poesia. All'aggettivo б, parola composta che si compone di без senza ответ risposta non è stato facile trovare una traduzione adeguata, "remissivo" non rende certo l'idea. Il soggetto è il padre, anche se qui non appare chiaramente. Egli intona un canto funerario e si paragona ad uno schiavo: notiamo come la similitudine costituisca il primo verso e il soggetto appaia solo nel secondo. Nel secondo vi è l'azione principale, la morte, che è intesa come un passaggio: i verbi di moto сойти e найти esprimendo molto bene questo concetto. Da notare la ripetizione della parola доли 10 . Nel secondo verso si capisce chiaramente chi è che pronuncia quelle parole: è il padre, o meglio, il padre-martire. Egli è un martire, ma è ancora del tutto "passivo": il suo concetto di martirio è del tutto distante da quello del figlio. Sta esprimendo le sue ultime volontà e intona un canto funerario. Ed è a questo punto che si compie la transizione tra la prima e la seconda parte della poesia. 10 Cfr. precedente analisi.

Anteprima della Tesi di Stefano Pancaldi

Anteprima della tesi: Kljuev le verità nelle poesie e nella realtà. Kljuev ed alcuni pensatori tedeschi. (Dubbi, problemi e controversie), Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Stefano Pancaldi Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 862 click dal 25/02/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.