Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La centralizzazione degli acquisti e le procedure e-procurement

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 INTRODUZIONE Negli ultimi anni, la necessità di razionalizzare la spesa pubblica manifestatasi in tutti i paesi europei (anche in accordo con le linee guida del Trattato CE), ha spinto i governi centrali a mettere in atto azioni mirate all’aumento di efficienza delle loro burocrazie attraverso l’informatizzazione delle procedure (e-government). Per quanto riguarda in particolare il settore degli approvvigionamenti, notevole interesse ha suscitato l’adozione delle tecniche di e-procurement (nato in ambito privato come e-commerce) dal cui sviluppo sono attesi effetti di aggregazione della domanda di beni e servizi della P.A. anche a seguito della stipula di convenzioni quadro, in luogo di singoli contratti indipendenti. La materia degli appalti di forniture e servizi nella P.A. ha subito negli ultimi anni profonde innovazioni ad opera sia del legislatore nazionale, che di quello comunitario. Il costante orientamento dei governi che si sono succeduti in Italia dal 1997 ad oggi, ha inteso la materia come uno strumento con cui incrementare l’efficienza della P.A. e conseguire consistenti risparmi di spesa. Tali linee di indirizzo si inseriscono nel più ampio processo di riforma della P.A (separazione tra politica ed amministrazione, previsione della responsabilità dirigenziale e la nuova articolazione del bilancio in centri di responsabilità) e configurano una vera e propria aziendalizzazione della stessa. Un diverso orientamento ha segnato negli stessi anni l’intervento del legislatore comunitario. Quest’ultimo ha infatti incentrato la propria azione sulla necessità di razionalizzare ed aggiornare la normativa sugli appalti pubblici, al fine di incrementare la concorrenza nel mercato unico e dare piena realizzazione alle cosiddette quattro libertà: libertà di circolazione delle merci, del lavoro, dei capitali e dei servizi poste a fondamento del Trattato di Roma. Le regole sugli appalti hanno infatti un’importanza che è direttamente proporzionale al peso economico delle relative attività, le quali

Anteprima della Tesi di Davide Giovannelli

Anteprima della tesi: La centralizzazione degli acquisti e le procedure e-procurement, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Davide Giovannelli Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7076 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.