Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

iii questo movimento riservava alla comunicazione. I discorsi puritani siano essi stati scritti oppure orali, in ogni caso privilegiavano uno stile chiaro e diretto, affinché le masse avessero potuto comprendere le tematiche di dissenso e di riforma alle istituzioni. Nel panorama dello scontro sociale d’inizio ‘600 si delinearono anche altre originali correnti di pensiero, che con forte presa sull’opinione pubblica paventavano profondi cambiamenti a tutto l’impianto del regno. Presero forma e si diffusero all’interno degli strati più umili della società, come i braccianti e le comunità religiose della provincia, alcuni dei movimenti radicali che avrebbero maggiormente scosso la società inglese della metà del seicento. Fra questi meritano di essere menzionati i gruppi dei ‘Livellatori’ o i ‘Diggers’, i quali intendevano portare agli estremi le proposte di una riforma politica del regno; le sette religiose dei ‘Battisti’, i ‘Muggletoniani’ e i ‘Quaccheri’ che proponevano l’adozione di nuovi culti e di nuovi riti infine, movimenti quali i ‘Seekers’ ed i ‘Ranters’ che mettevano in discussione le istituzioni ed i valori della società del tempo. 1 In modo particolare nel periodo che andava fra gli anni ’40 e ’50 ‘tutto venne rovesciato, messo in discussione e ripensato’, attraverso le pagine dei manifesti ed i proclami stesi dai capi dei movimenti riformatori o da semplici pensatori indipendenti. 2 Aveva dunque preso forma già al principio del seicento un significativo processo di revisione alle regole ed ai simboli stessi del potere inglese. La sola trattazione di temi come libertà, autorità, tirannia e salvazione, stava determinando la frantumazione delle autorità politiche e religiose, sempre più allontanate dall’infallibilità dei vecchi dogmi. Così le discussioni scaturite durante il periodo rivoluzionario, avevano creato dei nuovi riferimenti linguistici che rompevano i legami con il passato. Ne stava affiorando una semantica molto mutata, sia per quanto concerneva l’ originalità dei termini, che nell’ utilizzo piuttosto inusuale delle forme discorsive. Un fenomeno linguistico che caratterizzò il periodo rivoluzionario può rintracciarsi ad esempio nello spostamento di un tipo di discorso dalla sua locazione originale verso un’ altro 1 A riguardo delle idee e dei movimenti rivoluzionari nell’Inghilterra del seicento, Hill Christopher, The World Turned Upside Down. Radical ideas during the English Revolution, Maurice Temple Smith Ltd, London, 1972 2 Hill, Christopher, Op. cit., p.4.

Anteprima della Tesi di Marco Zannarini

Anteprima della tesi: Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Zannarini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 744 click dal 30/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.