Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

vi storiche che la interessarono durante il diciassettesimo secolo. Il desiderio d’informazione si connotava così, non come un vezzo di qualche eccentrico o facoltoso Signore, quanto piuttosto un’esigenza allargatasi a macchia d’olio ed imprescindibile per una società che esigeva un moderno rapporto di partecipazione alla vita pubblica. La storia dell’ informazione narra di un avvicinamento della popolazione ai fatti di cronaca attraverso delle tipologie di pamphlet manoscritti. Agli inizi del diciassettesimo secolo in Inghilterra si erano diffusi in buon numero testi che narravano di eventi naturali straordinari o da fatti sensazionalistici. Fra questi le ‘broadsheet ballads’, i ‘murder pamphlets’ e gli almanacchi erano ampiamente seguiti dal pubblico, che in breve tempo aveva sviluppato il gusto e la curiosità di apprendere i fatti più originali che accadevano nella nazione. La lettura di questi testi risultava estremamente interessante, sia per svago personale che come materia di conversazione. La forma dei discorsi riportati era molto semplice e si avvaleva degli elementi della tradizione orale immediatamente riconoscibili dalla popolazione, facilitandone così anche una rapida trasmissione. Accanto ai pamphlet a sfondo cronacistico-sensazionale si andavano sviluppando anche delle tipologie di fogli dal contenuto meno triviale, e che recavano dei primi aspetti di professionalità. In virtù di una domanda d’ informazione sempre più vasta ed esigente negli anni venti iniziava a stabilirsi anche un impianto commerciale di distribuzione di notizie. I primi a beneficiare di questa nuova attività erano le classi benestanti, che potevano ricevere direttamente al proprio domicilio le notizie. Attraverso la posta in effetti si era stabilita una corrispondenza che partiva dai cacciatori di notizie professionali a Londra, i quali periodicamente inviavano delle Newsletters ai propri committenti. Al principio erano ancora una volta i fatti di cronaca di maggiore scalpore ad essere riportati nelle missive. Ben presto tuttavia con l’ arrivo in Inghilterra dei primi Coranto olandesi, il contenuto delle Newsletters si sarebbe notevolmente ampliato ben oltre i confini del sensazionalismo inglese. Questo fu solo il primo dei benefici apportati dallo sbarco dei Coranto in Inghilterra. Il nuovo mezzo d’ informazione presentava l’ inusuale caratteristica di essere a stampa. Ciò significava che i coranto potevano essere distribuiti con un maggior numero di copie e ad un prezzo notevolmente inferiore rispetto alle Newsletters. Ne seguì che molti strati della popolazione anche i meno abbienti, poterono

Anteprima della Tesi di Marco Zannarini

Anteprima della tesi: Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Zannarini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 744 click dal 30/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.