Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

viii titolo di Heads of Severall Proceedings. 1 La periodicità delle uscite segnalava i resoconti parlamentari come un affidabile mezzo d’informazione, che viene riconosciuto come il primo Newsbook inglese dopo la soppressione dei Coranto. 2 Il pubblico poteva così fare affidamento sui resoconti parlamentari per conoscere le vicende politiche inglesi . Le notizie che riportavano le discussioni svolte in Parlamento, pur non presentando un aspetto particolarmente partigiano o radicale, contribuivano in maniera determinante alla polarizzazione del pubblico. Era sufficiente conoscere le controverse vicende politiche che stavano lacerando il regno perché la popolazione ne traesse un opinione: va da sé che questa il più delle volte favorisse il Parlamento. D’altro canto le rimostranze che Membri delle Camere indirizzavano al Sovrano erano condivise anche da quella parte del popolo che stavano aderendo al movimento di rivolta. Entrambi rintracciavano in Carlo I e nel suo Consiglio Privato le cause del dissesto morale e sociale inglese. I resoconti parlamentari contribuivano inoltre a stimolare l’ attività della popolazione. I resoconti sulle delicate vicende del Regno spinsero i cittadini ad inviare numerose petizioni alle Camere. Queste una volta pubblicate assumevano tutti i connotati di un formale atto politico contro la Corona. L’opposizione al malgoverno di Carlo I si fece particolarmente diffusa e violenta con lo scoppio della Guerra Civile nel 1642. Con l’allontanamento della Corte da Londra si era decretata la cessazione di qualsiasi controllo sulla stampa . Accanto ai numerosi Pamphlet e Libelli satirici, affiorarono per le strade di Londra anche diversi Newsbook i quali riportavano i dibattiti delle sedute parlamentari. Questi mantennero una posizione neutrale fintanto la coalizione parlamentare rimase compatta. Con la radicalizzazione degli aspetti politici durante la Guerra Civile, anche i Newsbook estremizzarono la loro retorica iniziando ad attaccare la corte. Le ingiurie e le accuse rivolte alla Corona obbligavano il Sovrano a tentare una difesa alla causa realista. Nasceva così nel Gennaio del 1643, per espresso volere di Carlo I il Newsbook “Mercurius Aulicus Communicating the affairs of the Court to the rest of Kingdome”. Il compito di redigere il Newsbook realista venne affidato ad un uomo di comprovata fiducia del Re e vicino all’Arcivescovo Laud, tale John Berkenhead . Dotato di una profonda lungimiranza nel campo politico, Berkenhead riuscirà a convogliare nel 1 Heads of severall proceedings in the present Parliament ( 29 nov. 1641), 182.1 2 Joad, Raymond, The invention of the Newspapers, Oxford, Clarendon Press, 1996, p.108-126.

Anteprima della Tesi di Marco Zannarini

Anteprima della tesi: Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Zannarini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 744 click dal 30/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.