Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione in Rete nelle emergenze: il caso del disastro dello shuttle Columbia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 2. Crisi, incidenti e disastri nel mondo moderno “Se la verità è ciò che è verificabile, la verità della scienza contemporanea è, più che l’ampiezza del progresso, quella delle catastrofi tecniche da essa provocate.” 11 Paul Virilio Nel linguaggio comune spesso crisi e disastro sono usati come sinonimi, in quanto entrambi rimandano ad un evento che devia dalla normalità. In realtà sono due concetti distinti. Il termine crisi, originariamente appartenente al campo semantico della medicina, indica un processo che si sviluppa in un progressivo crescendo di tensione fino a raggiungere un momento decisivo. L’esempio macroscopico temporalmente più vicino potrebbe essere la crisi irachena, sfociata nella Seconda Guerra del Golfo. Il disastro invece è un cambiamento improvviso, che tutti i mezzi immediatamente disponibili non riescono a controllare. I due concetti però sono collegati tra loro, perché un disastro può comportare una crisi e una crisi evolversi in un disastro. Diverse sono le definizioni date al termine disastro, a partire da quella fornita da Western, che lo descrive come “una perturbazione improvvisa e diffusa del sistema sociale e di vita di una comunità da parte di un qualche agente o evento sul quale le persone coinvolte hanno un controllo limitato o inesistente.” 12 Carr 13 definisce il cambiamento catastrofico come “un cambiamento nell’adeguatezza funzionale di un determinato manufatto culturale” e Killian 14 “ una lacerazione 11 Paul Virilio, “La bomba informatica”, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2000. 12 Citato in Barry A. Turner e Nick F. Pidegeon, “Disastri. Dinamiche organizzative e responsabilità umane”, Milano, Edizioni di Comunità, 2001, pag. 105. 13 Citato in “Disastri”, op. cit., pag. 106. 14 Citato in “Disastri”, op. cit., pag. 106.

Anteprima della Tesi di Federica Belli

Anteprima della tesi: La comunicazione in Rete nelle emergenze: il caso del disastro dello shuttle Columbia, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Federica Belli Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2492 click dal 30/12/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.