Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il concorso esterno nei reati associativi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Queste obiezioni non inducono comunque ad abbandonare il requisito della causalità del contributo concorsuale ma a precisarne i contorni, in particolare depurandolo dal fuorviante riferimento alla conditio sine qua non ed individuando il secondo termine della relazione causale. Ma la necessità di richiedere un contributo causale emerge in tutto il suo valore, una volta che si prenda in considerazione l’unica reale alternativa compiutamente prospettata, seppur con accenti diversi, in dottrina cioè il riferimento a criteri di tipo prognostico, imperniati sull’idoneità ex ante della condotta a contribuire alla realizzazione concorsuale del fatto 30 . L’impiego, in via sostitutiva o sussidiaria, del criterio prognostico mira a consentire la punibilità di condotte concorsuali risultate ex post inefficaci o inutili. A tal fine, si sostiene allora che il nesso causale andrebbe valorizzato, in relazione ai singoli contributi concorsuali, non come criterio di imputazione, ma soltanto in funzione della tipizzazione di tali contributi, che però potrebbe avvenire anche su altre basi, di tipo prognostico 31 . Occorre così tener ferma la necessità dell’efficienza causale del contributo del concorrente: essa costituisce un primo, necessario presupposto perché un fatto possa imputarsi ad un autore come opera sua, e quindi, risulta fondamentale ai fini di una responsabilità penale personale ex art. 27 comma 1 Cost. Sotto questo profilo, il nesso causale rappresenta “il presupposto materiale della ‘dominabilità’ del fatto da parte dell’autore” 32 , quale requisito fondamentale dell’imputazione. 30 Per una tale impostazione v. in particolare ALBEGGIANI, Imputazione dell’evento e struttura obiettiva della partecipazione criminosa, cit., 426 ss.; MORSELLI, Note critiche sulla normativa del concorso di persone nel reato, in Riv. it. dir. proc. pen. 1983, 429- 430. 31 ALBEGGIANI, Imputazione dell’evento e struttura obiettiva della partecipazione criminosa, cit., 426; VIGNALE, Ai confini della tipicità, cit., 1375 ss. 32 FIORELLA, Reato, in Enc. Dir., vol. XXXVIII, Milano, 1987, 803.

Anteprima della Tesi di Giulia Masi

Anteprima della tesi: Il concorso esterno nei reati associativi, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giulia Masi Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12066 click dal 30/12/2004.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.