Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Disciplina delle pubblicazioni on line. La legge 7 marzo 2001 n. 62

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 vita politica deve essere necessariamente legata al riconoscimento del diritto di esprimere le proprie idee. 4 Il Parlamento Europeo, in una Risoluzione sulla libertà di espressione del cittadino e la libertà di stampa e d’ informazione, ricorda che “la piena esistenza della libertà di espressione caratterizza uno stato democratico” e che “ il diritto di espressione è un diritto costituzionale inalienabile in uno Stato democratico”. 5 Tale libertà, come tutti i diritti e le libertà fondamentali dell’ uomo, viene consacrata in ogni Stato contemporaneo; tutti i paesi dell’ Unione Europea, tranne la Gran Bretagna che non ha una Costituzione scritta, riconoscono il diritto in questione come principio costituzionale, nonostante che le tradizioni giuridiche di ognuno comportino che lo stesso sia configurato in modo differente in ogni paese, con propri limiti e peculiarità. E’ importante sottolineare, inoltre, come non siano solo le Costituzioni ma anche altri documenti di notevole spessore ed importanza ad affrontare suddetta tematica; fra questi possiamo menzionare la Dichiarazione Universale dei diritti dell’ uomo 6 , approvata dall’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1948; la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, 7 firmata a Roma il 4 novembre 1950 e ratificata con la legge 4 agosto 1955 n. 848; il Patto Internazionale di 4 Libertà di stampa, in Enciclopedia giuridica, p. 1 “ L’ essere compiutamente e realmente informati rappresenta una premessa indispensabile del buon funzionamento di un regime liberal-democratico”. 5 Risoluzione del Parlamento Europeo A3-0282/93 in G.U. n. C 20/113 6 Art. 19 “Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni ed idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere”. 7 Art 10. “Ogni persona ha diritto alla libertà di espressione. Questo diritto comprende la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere interferenza di pubbliche autorità e senza riguardo alla nazionalità. Il presente articolo non impedisce agli Stati di sottoporre a un regime di autorizzazione le imprese di radiodiffusione, di cinema o di televisione. L'esercizio di queste libertà, poiché comporta doveri e responsabilità, può essere sottoposto alle formalità, condizioni, restrizioni o sanzioni che sono previste dalla legge e che costituiscono misure necessarie, in una società democratica, per la sicurezza nazionale, per l'integrità territoriale o per la pubblica sicurezza, per la difesa dell'ordine e per la prevenzione dei reati, per la protezione della salute o della morale, per la protezione della reputazione o dei diritti altrui, per impedire la divulgazione di informazioni riservate o per garantire l'autorità e l’imparzialità del potere giudiziario".

Anteprima della Tesi di Ilaria Ferretti

Anteprima della tesi: Disciplina delle pubblicazioni on line. La legge 7 marzo 2001 n. 62, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Ilaria Ferretti Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1769 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.