Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità ambientale e il bilancio sociale: l'esperienza del comparto chimico e petrolifero della provincia di Livorno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - Responsabilità sociale e gestione d’impresa 8 In particolare si è soliti individuare due diversi tipi di relazione: 1. relazione di tipo fisico, che determina modifiche quantitative e qualitative al patrimonio naturale; 2. relazione di tipo economico, nell’ambito della quale si tiene conto dell’influenza, diretta e indiretta, che il degrado ambientale provoca sull’economia dell’impresa. Gli interventi dell’impresa sull’ambiente, durante lo svolgimento dell’attività istituzionale (produzione di beni e servizi), possono essere ricondotti a due precisi momenti del processo produttivo: a) il momento di prelievo, quando l’azienda si procura le materie prime necessarie o estraendole dal loro sito naturale o acquistando beni immessi sul mercato da altre imprese: in questa fase si ha un deprezzamento fisico delle risorse prelevate; b) il momento in cui l’impresa scarica nell’ambiente materiali inquinanti, provocandone il degrado e originando un deprezzamento qualitativo del capitale naturale. L’impatto ambientale addebitabile al “sistema impresa” non termina nell’atto della produzione, ma continua con l’immissione del prodotto finito nel mercato e con il suo utilizzo, che può essere causa di ulteriori danni collegati al consumo del bene stesso. E’ necessario, quindi, considerare, oltre agli aspetti relativi allo svolgimento del processo tecnico-produttivo, anche l’impatto che si avrà lungo il ciclo di vita del bene dal momento in cui si prelevano le materie prime fino alla loro trasformazione in prodotto finito, al consumo e alla dismissione finale12. In quest’ottica, l’impresa deve farsi carico dei relativi problemi di inquinamento fin 12 “Il concetto nuovo è quello che dà al produttore la responsabilità di progettare e costruire il prodotto in funzione di tutta la sua vita, “dalla culla alla tomba”, eventualmente assumendosi la responsabilità delle operazioni di smaltimento o anche inserendo nel costo del prodotto nuovo (“internalizzando”) il futuro costo di smaltimento”, Longo (1993), pag. 14.

Anteprima della Tesi di Daniela Ferrieri

Anteprima della tesi: La responsabilità ambientale e il bilancio sociale: l'esperienza del comparto chimico e petrolifero della provincia di Livorno, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniela Ferrieri Contatta »

Composta da 329 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4905 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.