Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità ambientale e il bilancio sociale: l'esperienza del comparto chimico e petrolifero della provincia di Livorno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - Responsabilità sociale e gestione d’impresa 7 In passato, in assenza di attenzioni sociali e politiche, le aziende avevano trascurato quasi completamente gli effetti prodotti dalla loro attività sull’ambiente ecologico, preoccupate unicamente di produrre quantità di beni sempre maggiori per soddisfare una domanda crescente9. Il danno ambientale, sebbene imputabile all’interagire di molteplici circostanze10 è certamente il risultato di una profonda diseducazione degli individui, della sostanziale indifferenza circa le conseguenze ambientali dell’attività aziendale e, soprattutto, del prevalere degli interessi economici privati. La diffusione della sensibilità ecologica, nonostante il consolidamento degli ultimi tempi, non è certamente un fatto nuovo. Già negli anni Settanta fioriscono, sotto la spinta della contestazione politica e sociale, i primi movimenti ecologisti. Ma è solo nel corso degli anni ’80 che l’interesse per il rispetto dell’ambiente esce dal “movimentismo”11 e dal settarismo per diventare un fenomeno generalizzato che coinvolge tutti i cittadini. La ragione di questa diffusa “presa di coscienza” è ascrivibile all’interagire di una pluralità di circostanze. Tuttavia, si può affermare che il risveglio della coscienza ecologica collettiva sia soprattutto frutto dei valori etici e di una reale crescita morale. Sono, infatti, i principi etici ad orientare il comportamento umano e, quindi, a generare il complesso sistema di vincoli e controlli dell’operato aziendale in tema di salvaguardia dell’ambiente ecologico. L’attività imprenditoriale è legittimata nella misura in cui si astiene da tutti quegli atti che potrebbero turbare un ecosistema già labile. Si afferma, quindi , una nuova visione del fenomeno azienda caratterizzata dall’inserimento della tutela ecologica tra i principi e i valori base del suo concreto operare e dall’adeguamento degli obiettivi alla stessa, assegnati da chi la governa. E’ in questo contesto che il rapporto azienda-ambiente fisico-naturale ha acquistato sempre maggiore importanza. inserita”, Marziantonio (1997), pag. 107 9 Cfr. Cosciani (1991), pag. 78. 10 Cfr. Lucianetti (1976), pagg. 18-61. 11 Cfr. Tarquinio (1997), pag. 392.

Anteprima della Tesi di Daniela Ferrieri

Anteprima della tesi: La responsabilità ambientale e il bilancio sociale: l'esperienza del comparto chimico e petrolifero della provincia di Livorno, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniela Ferrieri Contatta »

Composta da 329 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4905 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.