Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il meccanismo della rimozione nella vita psichica - Sue connessioni con la scissione nella psicoanalisi delle psicosi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 solo modo di difesa conosciuto. Ciò è confermato dal fatto che “Freud specifica in questa epoca le diverse psiconevrosi in base a modi di difesa nettamente diversi tra cui egli non fa rientrare la rimozione; per esempio, nei testi sulle neuropsicosi da difesa (1894 – 1896), il meccanismo di difesa dell’isteria è la conversione, quello della nevrosi ossessiva la trasposizione o lo spostamento dell’affetto, mentre nella psicosi Freud considera meccanismi quali la reiezione della rappresentazione e dell’affetto o la proiezione” (Laplanche e Pontalis, 1967, tomo secondo, p. 548). Sebbene il termine rimozione conservi sempre una certa parentela con il meccanismo di difesa, e Freud lo faccia rientrare nella categoria dei meccanismi difensivi conosciuti, “il termine rimozione è” comunque “usato per designare la sorte delle rappresentazioni tagliate fuori dalla coscienza, che costituiscono il nucleo di un gruppo psichico separato” (ivi, p. 548), e quindi all’origine della formazione dell’inconscio. E poiché tale processo si ritrova sia nella nevrosi ossessiva che nell’isteria, ne possiamo dedurre che la rimozione, sebbene sia particolarmente manifesta nell’isteria, svolge un ruolo importante anche nelle altre affezioni mentali, come pure nella psicologia normale. Essa dunque, lungi dall’essere un modo di difesa specifico dell’isteria, “può essere considerata come processo psichico universale in quanto sarebbe all’origine della costituzione dell’inconscio come campo separato dal resto dello psichismo” (ivi, p. 547). “Se la rimozione” dunque “è presente universalmente nelle varie affezioni e non specifica, in quanto meccanismo di difesa particolare, l’isteria, ciò è dovuto al fatto che le diverse psiconevrosi implicano tutte un inconscio separato che è istituito appunto dalla rimozione” (ivi, p. 548).

Anteprima della Tesi di Chiara Lukacs Arroyo

Anteprima della tesi: Il meccanismo della rimozione nella vita psichica - Sue connessioni con la scissione nella psicoanalisi delle psicosi, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Chiara Lukacs Arroyo Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13776 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.