Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fenomeno sportivo nello Stato italiano tra la teoria pluralistico-ordinamentale e l'impostazione statualistica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Infatti, le varie associazioni che riunivano gli atleti praticanti una determinata disciplina sportiva, nacquero in principio in luoghi diversi. In seguito, per permettere di organizzare ed attuare incontri tra i rispettivi atleti, le stesse iniziarono a collegarsi tra loro, creando appositamente degli organi provvisori atti all’organizzazione delle gare. Successivamente, data la periodicità di tali incontri, queste associazioni si trasformarono ben presto in organizzazioni stabili, di grado superiore, che, in genere, assunsero la dimensione nazionale nelle federazioni. Il medesimo processo si verificò anche a livello internazionale, proprio per l’esigenza di consentire lo svolgimento di competizioni tra atleti di nazionalità diversa; ciò avvenne tramite il collegamento permanente tra le federazioni nazionali. In tal modo furono create le federazioni internazionali, le quali costituiscono tuttora delle istituzioni ludiche con compiti complessi, come la diffusione dello sport, la promozione di nuove associazioni sportive e la massima estensione della sfera dei praticanti l’attività sportiva agonistica. Con lo sviluppo delle organizzazioni sportive, si avvertì anche la necessità di creare regole scritte e precise, in grado di dettare una disciplina uniforme per tutte le competizioni; inoltre, divenne indispensabile istituire nuovi organi che potessero garantire l’applicazione delle regole stesse e assicurare la risoluzione delle controversie sorte tra i membri delle rispettive associazioni sportive. Tali compiti furono affidati alle federazioni: anche oggigiorno, esse svolgono, sia a livello nazionale che internazionale, l’attività normativa, consistente nella promulgazione di statuti, regolamenti e codici sportivi.

Anteprima della Tesi di Chiara Jannuzzi

Anteprima della tesi: Il fenomeno sportivo nello Stato italiano tra la teoria pluralistico-ordinamentale e l'impostazione statualistica, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Chiara Jannuzzi Contatta »

Composta da 319 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4015 click dal 10/01/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.