Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche relazionali e organizzative in un contesto ospedaliero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 E' importante dire, che non occorre che tutti i segni e sintomi, elencati in questa tabella, siano presenti per affermare che una persona si trova in uno "stato di burnout". Nel 1983 Harvey J. Fischer proponeva di distinguere il burnout dal "wearout" (logoramento). Verso il burnout andrebbero incontro quelle persone dinamiche che descrisse Freudenberger; questi sono individui che si creano da soli eccesso di stress perché non sanno mai dire di no e finiscono per bruciarsi. Il wearout deriverebbe, invece, da circostanze esterne, le persone più a rischio sarebbero quelle passive, con scarse ambizioni, senza obiettivi chiaramente definiti e senza la necessaria dose di decisione e sicurezza per raggiungere gli obiettivi. Negli Stati Uniti, è stato recentemente introdotta un'altra categoria detta in modo dispregiativo "rustout" (arrostiti); queste persone per farsi compiangere si atteggiano a vittime dello stress e delle numerose sconfitte, senza però, in realtà, mai aver dimostrato intraprendenza o valore.

Anteprima della Tesi di Silvia Cito

Anteprima della tesi: Dinamiche relazionali e organizzative in un contesto ospedaliero, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Silvia Cito Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4199 click dal 17/01/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.