Skip to content

Comunità di destino. Educare alla complessità nell'era planetaria secondo il pensiero di Edgar Morin

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.1 Una storia planetaria 1.1.1 Il Nuovo Mondo e un mondo nuovo L’era planetaria, afferma Morin, ha inizio alla fine del XV secolo, allorché quella piccola appendice dell’Eurasia – forte delle tecniche mediorientali acquisite nel corso del Medioevo – scopre un continente popolato da culture e divinità sino ad allora ignote 4 . Le prime interazioni microbiche e umane, gli scambi vegetali e animali e il commercio fra Antico e Nuovo Mondo, la conoscenza e la progressiva diffusione di tradizioni e nuovi sincretismi inaugurano un’epoca in cui ogni elemento si trova contestualizzato nella scena mondiale. Lo slancio impetuoso di quelle giovani e piccole nazioni d’Europa che si lanciano alla conquista del globo costituisce dunque l’incipit di un’epoca nuova che, attraverso l’avventura, la guerra, la morte, mette in comunicazione i cinque continenti nel bene e nel male 5 . Dal 1492, in modo irreversibile, le società, le culture, le lingue, le civiltà comunicano tra loro e diventano interdipendenti, mantenendosi d’ora in avanti in contatto stabile. La colonizzazione di terre sconosciute rivela la presenza di popolazioni di cui si ignorava l’esistenza. L’abbattimento delle barriere tra Europa e America, Asia e America, Europa e Africa sub-sahariana consente l’instaurarsi dei primi approcci di economia globale. Le colture, tradizionalmente legate ad un contesto regionale, si omogeneizzano diffondendosi nei diversi continenti e modificando le abitudini alimentari delle popolazioni. Lo sbarco sulle coste americane avvia una catastrofe umanitaria determinata altresì dal contagio di nuovi virus, trasmessi il più delle volte agli indigeni dagli animali addomesticati introdotti dagli europei. Questi ultimi, inoltre, esportano nel nuovo mondo l’utilizzo delle lingue originarie: spagnolo, portoghese, francese, inglese. In meno di cento anni, il pianeta – che si scopre frammentato e inciso da diversità impensate – trova nell’unificazione agricola, microbica e linguistica una nuova ricomposizione. Nei medesimi decenni, Magellano prova la sfericità del globo (1521) mentre Copernico (1473-1543) formula le intuizioni fondatrici di un sistema eliocentrico. Dalla conquista delle Americhe alla rivoluzione copernicana, un pianeta è nato e un cosmo è crollato 6 . Il mondo nuovo che scopre se stesso cerca ora le parole per raccontarsi e comprendersi. Come hanno scritto Gianluca Bocchi e Mauro Ceruti 7 : L’età moderna si aprì con la difficile impresa di estendere le conoscenze dal mondo chiuso all’universo infinito. Ma si aprì anche con l’impresa, altrettanto difficile, di imparare a vivere e ad abitare in un pianeta disperso nell’universo infinito, in un mondo contemporaneamente chiuso e aperto rispetto alle immense estensioni degli spazi siderali. Nelle origini stesse dell’età nuova, segnate dall’esplorazione di terre e di mari e dalla rivoluzione nei cieli, era presente una tensione 4 Morin, L’età del ferro planetaria, in Pensée aujourd’hui, supplemento a Nouvel Observateur, ottobre 1990. 5 Morin, L’identità umana, op. cit., p. 212. 6 Ibidem. 7 Bocchi-Ceruti, Origini di storie, op. cit., pp. 106-108. 21
Anteprima della tesi: Comunità di destino. Educare alla complessità nell'era planetaria secondo il pensiero di Edgar Morin, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Comunità di destino. Educare alla complessità nell'era planetaria secondo il pensiero di Edgar Morin

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marta Antoniolli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Fabio Dovigo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia culturale
compartecipazione planetaria
comunità di destino
educare alla complessità
educazione e globalizzazione
epistemologia moriniana
relianza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi