Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il segreto di Stato alla luce dell'evoluzione del diritto all'informazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Tale nozione, sviluppatasi nei secoli, è passata dalla tipica accezione medievale che la pone in stretta correlazione con la volontà del principe, il cui potere rimaneva però subordinato alla legge, alla concezione assolutistica con cui si veniva a saldare l’interesse del governante con la ragion di Stato. Nella realtà moderna, ed in specie negli ordinamenti liberaldemocratici, il segreto di Stato ha dimostrato di essere una componente assolutamente necessaria ed irrinunciabile dell’attività politica. Con una breve esposizione di carattere giuridico e teorico si dimostra come l’istituto del segreto si sia profondamente radicato nelle attività politiche, amministrative e giudiziarie di ogni Stato, ed in particolar modo del nostro, pur rimanendo strettamente legato alle tematiche della comunicazione istituzionale, di cui rappresenta l’altra faccia della medaglia. Da un punto di vista squisitamente teorico viene considerata la questione della necessità del segreto, e contestualmente dell’autorità che lo pone in essere, enucleando le teorie della volontà e dell’interesse, in base alle quali è la volontà, soggettiva ed individuale, di chi è legittimato dall’ordinamento a segretare, o sono gli stessi interessi di carattere generale, che lo Stato intende salvaguardare, a giustificare il segreto di Stato. La trattazione intende svilupparsi analizzando l’evoluzione che la nozione di segreto di Stato ha avuto nell’ordinamento italiano, con la sua comparsa ufficiale nel codice penale sardo-piemontese del 1859, e di come l’istituto, seppure con iniziali lacune giuridiche, abbia acquistato sempre maggiore importanza e tutela, sino ad ottenere una piena formulazione legislativa con la legge 24 ottobre 1977, n. 801, chiave di

Anteprima della Tesi di Mauro Guglielmo Paludo

Anteprima della tesi: Il segreto di Stato alla luce dell'evoluzione del diritto all'informazione, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Mauro Guglielmo Paludo Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5917 click dal 14/01/2005.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.