Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Due ''filosofie'' dell'orrore: Horacio Quiroga e Howard Phillips Lovecraft

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 raro come adeguato alla propria arte, e l'attenzione concessa al dettaglio al- la ricerca dell'effetto più pregnante possibile; tutto ciò si è impresso a tal punto in Quiroga durante il periodo di assimilazione che, all'inizio, la sua arte è un incessante labor limæ delle proprie qualità che più tardi si sono evolute fino a vivere di vita propria. Nelle narrazioni seguenti ("Los Buques Suicidantes", "La Lengua", "Las Rayas", "Historia De Estilicón", "El Vampiro", "El Almohadón De Pluma"), Quiroga è già padrone del suo modello e disegna racconti che, nonostante conservino l'impronta di chi li ha ispirati, hanno un'essenza tut- ta quiroghiana. Poe spiega la sua teoria del racconto: We need only here say, upon this topic, that, in almost all classes of composi- tion, the unity of effect or impression is a point of the greatest importance. It is clear, moreover, that this unity cannot be thoroughly preserved in productions whose perusal cannot be completed at one sitting. 18 Questa possibilità di intensità e concentrazione per ottenere l'effetto voluto è riuscita in "El Almohadón De Pluma" 19 . Proprio l'intensità è uno dei suoi principali attributi e l'azione si concentra dalla prima all'ultima pa- rola per ottenere quello che Poe chiama "unità d'effetto o d'impressione", predeterminata in un tempo-chiave di lettura, durante il quale […] the soul of the reader is at the writer's control. […] A skilful literary artist has constructed a tale. If wise, he has not fashioned his thoughts to accommo- date his incidents; but having conceived, with deliberate care, a certain unique or single effect to be wrought out, he then invents such incidents - he then combines such events as may best aid him in establishing this preconceived ef- fect. […] In the whole composition there should be not word written, of which the tendency, direct or indirect, is not to the one pre-established design. 20 18 Poe, E. A., "Nathaniel Hawthorne", in "Edgar Allan Poe: Essays and Reviews", op. cit., p. 571: "Bisogna dire, a tal proposito, che, in quasi tutti i generi di composizione, l'unità d'effetto o d'impressione è un punto della massima importanza. È chiaro inoltre che quest'unità non può essere conservata efficacemente in prodotti la cui lettura non può essere completata in una sola volta". 19 Quiroga, H., "El Almohadón de Pluma", in "Todos los Cuentos", op. cit., pp. 97 - 101. 20 Poe, E. A., in "Edgar Allan Poe: Essays and Reviews", op. cit., p. 572: "[…] l'anima del lettore è sottomessa al controllo dell'autore. […] Un abile artista letterario ha costruito un racconto. Se è prudente, non avrà elaborato i suoi pensieri per poi adattarli agli avvenimenti, bensì, dopo aver concepito con attenzione un dato effetto unico e singolare, inventerà gli eventi, combinandoli nella maniera che meglio lo aiuti ad ottenere l'effetto precedente- mente concepito. […] Non ci dovrebbe essere neppure una parola in tutto il racconto il cui orientamento, diretto o indiretto, non si applica al disegno prestabilito".

Anteprima della Tesi di Marco Sanvito

Anteprima della tesi: Due ''filosofie'' dell'orrore: Horacio Quiroga e Howard Phillips Lovecraft, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Sanvito Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2045 click dal 21/01/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.