Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 b) PROMESSA DI MATRIMONIO Il primo precetto della codificazione per la Chiesa latina nel quale vengono menzionate le leggi civili concerne la disciplina della promessa di matrimonio. Il primo paragrafo del can. 1062 così recita: « Matrimonii promissio sive unilateralis sive bilateralis , quam sponsalia vocant, regitur iure particulari, quod ab Episcoporum conferentia, habita ratione consuetudinum et legum civilium, si quae sint, statutum fuit ». La promessa unilaterale è quella fatta da una sola delle due parti, che intende vincolarsi con essa, mentre l'altra parte si limita ad accettarla, senza impegnarsi a sua volta. La promessa bilaterale è quella reciproca, ove tutte e due le parti si obbligano. In base a questo can., la Conferenza dei Vescovi provvede alla regolamentazione della promessa di matrimonio, nel rispetto di eventuali consuetudini e leggi civili: "esempio che ha indotto a parlare di Codice corto, che non esita talora a lasciare spazi significativi al diritto territoriale prodotto da forme di esercizio della collegialità

Anteprima della Tesi di Bartolomeo Paolillo

Anteprima della tesi: Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Bartolomeo Paolillo Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3819 click dal 21/01/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.