Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 unitarietà della persona, della qualità di christifidelis con quella di civis. Nell 'ambito di questo discorso si colloca la c.d. canonizzazione delle leggi civili; infatti con la parola "canonizatio " si designa la insertio in canonibus di leggi civili in casi particolari, per indicare quelle ipotesi nelle quali il legislatore ecclesiastico si astiene dal fornire direttamente norme su una materia, rimandando appunto alle leggi civili dello Stato perché si applichino anche nell'ordinamento canonico. La Chiesa però, canonizzando le leggi civili, non rinuncia affatto al potere di emanare leggi sull'argomento, laddove successivamente decida in piena autonomia di regolarlo completamente con precetti da essa dettati e può liberamente derogare alle leggi civili canonizzate. Resta da segnalare comunque la utilità che non sorgano conflitti tra i due ordinamenti in alcune materie comuni alla Chiesa ed allo Stato e relative in particolare alla sfera temporale (come nel settore economico e patrimoniale), anche per permettere all'autorità ecclesiastica di concentrare le proprie energie nella produzione di norme in campi ad essa esclusivamente riservati, nelle res spirituales in senso stretto.

Anteprima della Tesi di Bartolomeo Paolillo

Anteprima della tesi: Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Bartolomeo Paolillo Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3819 click dal 21/01/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.