Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione di un simulatore per la propagazione di impulsi in un canale ottico.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2Figura 1: Caratteristica di attenuazione di una fibra ottica allo stato dell’arte nel 1979. Vediamo indicate le due bande di utilizzo principali (finestre). limitare i difetti geometrici ed eliminare le impurita` consente il raggiungimen- to dei 20 dB/Km, ed apre la strada a progressivi incrementi delle prestazioni. Gia` nel 1979 si raggiungono gli 0.2 dB/Km in terza finestra (Figura 1). Possi- amo oramai considerare raggiunto il limite di attenuazione del materiale, che sara` infine imputabile solo allo scattering di Rayleigh (non eliminabile), e ad un fastidioso picco di assorbimento dello ione OH− che separa II e III finestra. Abbiamo parlato solo di attenuazione nonostante il degrado del segnale sia dovuto ad altri fattori, perche´ e` proprio il diagramma che vediamo riportato in Figura 1 a fissare le caratteristiche di banda del canale. A questo punto la fibra si rende definitivamente superiore ai cavi conduttori in termini di banda e distanze coperte, permettendo una capacita` di trasmissione smisurata rispetto a questi ultimi. A migliorare ulteriormente le cose si e` aggiunta la recente possibilta` di elim- inare anche lo ione ossidrile dal processo produttivo. Ne risulta l’unione delle due finestre superiori in una sola larghissima banda di utilizzo. La evoluzione della fibra intesa come supporto fisico prosegue con la pro- duzione di varianti miranti a ridurre il problema della dispersione. Indispens- abile citare le seguenti tappe: • fibre monomodali : per l’eliminazione della componente intermodale della dispersione (le fibre tradizionali verranno dette multimodali).

Anteprima della Tesi di Cristian Frizziero

Anteprima della tesi: Implementazione di un simulatore per la propagazione di impulsi in un canale ottico., Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Cristian Frizziero Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 725 click dal 17/01/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.