Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione delle società di calcio: performance e circolo vizioso. Alcuni casi a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Una prima forma di regolamentazione risale al 1848 quando, in Inghilterra, si mettono nero su bianco le "Cambridge Rules". Si stabilisce che i componenti delle squadre devono essere 11, che le partite durano un ora, con un arbitro, le porte alte 2 metri e che un attaccante non può avere tra se e la porta meno di 3 uomini; il portiere (ruolo che diverrà tale solo nel 1860) più altri 2. Regola fondamentale perché istituisce il fuorigioco. Per il primo regolamento ufficiale bisogna attendere il 1863. In Italia questo gioco giunge nel 1887. In precedenza si trovano dei testi sul calcio: del 1555 è il "Trattato del gioco della palla" di Antonio Scaino di Salò e del 1688 è il "Trattato sul calcio" di Lorenzo Bini. Risale al 1898 la fondazione della Federazione Italiana Football (FIF), trasformatasi poi in Federazione Italiana Giuoco Calcio (di seguito F.I.G.C.), ed il primo campionato nazionale, disputato tutto in una giornata e vinto dalla squadra del Genoa. Il primo torneo ufficiale risale al 20/7/1871 quando Ebenezer Cobb Morley presenta la F.A. Challenge Cup (oggi Coppa d'Inghilterra). Il 2 giugno 1881 nasce l'I.F.A.B., l'International Football Association Board, con il compito di unificare i regolamenti di gioco e provvedere alle opportune modifiche e innovazioni, nel 1904 a Parigi nasce la F.I.F.A. (Fédération Internationale de Football Association). Nel frattempo nel Regno Unito erano già nate anche le federazioni scozzese (1871), gallese (1875) e irlandese (1880). Nel 1885 nasce il professionismo in Inghilterra e di lì nascono i primi campionati nazionali (tra parentesi i club vincitori): Tab. 1.1 Primi campionati nazionali e primi vincitori 1888 Inghilterra (Preston North End) 1890 Scozia (Dumbarton Rangers) 1895 Belgio (Liegi) 1897 Olanda (Rap Amsterdam) 1898 Italia (Genoa) 1903 Germania (Lipsia) 1928 Spagna (Barcellona) 1932 Francia (Lilla) Fonte: Calcio2000 n. 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 36, supplemento al nº36 Il calcio, sin dagli inizi, è caratterizzato da un forte coinvolgimento sociale, determinato sicuramente dal fatto che per giocare sono necessarie ventidue persone. Si creano così, gruppi associativi per la pratica in comune di quest’attività sportiva, che saranno gli embrioni delle attuali S.p.A..

Anteprima della Tesi di Giuseppe Baseggio

Anteprima della tesi: La gestione delle società di calcio: performance e circolo vizioso. Alcuni casi a confronto, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Baseggio Contatta »

Composta da 389 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5824 click dal 25/02/2005.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.