Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Didattica on-line e formazione universitaria: progettazione e realizzazione di un corso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Il modo utilizzato più frequentemente per impostare una lezione é quello deduttivo basato su: a. premessa iniziale , nella quale si introducono gli scopi della lezione e si danno eventuali precisazioni teoriche e metodologiche; b. esposizione dei principi generali, riguardanti la teoria che si vuole presentare o dei presupposti da cui si é partiti per sviluppare un certo progetto; c. sviluppo dei singoli punti , in cui si articola il discorso, sempre con una sequenza “a cascata”, e cioè dagli aspetti di ordine logico superiore a quelli di ordine inferiore; d. conclusioni , conseguenze pratiche ed eventuali esempi. Questa forma di insegnamento é tipica di chi si trova a preparare una lezione, per la prima volta, in una materia di cui é particolarmente esperto. E’ un percorso adatto per trasmettere definizioni, per dare molte informazioni in poco tempo e per veicolare una forte sensazione di competenza, ma presenta anche dei rischi potenziali come, nel caso di un pubblico di neofiti, la non comprensibilità di tutta la parte iniziale e la noia, poiché vengono privilegiati gli aspetti teorici a scapito degli esempi, delle applicazioni, di tutto ciò che favorisce la partecipazione attiva. Il percorso induttivo procede invece in maniera inversa: a. esame di casi particolari che suscitano interrogativi, curiosità o problemi; b. riflessioni su quei casi, sulle loro possibili spiegazioni, sulle conseguenze ipotizzabili; c. formalizzazione di uno o più concetti teorici delle riflessioni fatte; d. conseguenze applicative, anche attraverso l’esame di altri casi particolari. Il percorso induttivo ripropone l’iter classico della scoperta scientifica, mentre il percorso deduttivo é molto più simile al modo in cui si formalizza la scienza. Esso risulta, quindi, più adatto quando ci si rivolge ad un pubblico di neofiti e nel caso in cui si tratti di concetti particolarmente astratti o complessi. I rischi sono legati ai tempi di docenza che potrebbero risultare troppo dilatati a causa della presenza delle prime due fasi che sono dei veri e propri momenti di apprendimento; un secondo rischio é la banalizzazione del discorso causata dell’uso di esempi troppo semplici o scontati. Un’altra tipologia di insegnamento é quella “per problemi” basata sulle seguenti fasi:

Anteprima della Tesi di Claudio Polini

Anteprima della tesi: Didattica on-line e formazione universitaria: progettazione e realizzazione di un corso, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Claudio Polini Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3625 click dal 27/01/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.