Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il multiforme universo di Alda Merini. Temi e figure.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 L’oralità, nella scrittura, è infatti caratteristica saliente di una certa corrente poetica moderna. In Alda Merini, nella sua forma di scrittura, tutto si mostra così tipicamente personale e innato, che stupisce poco la sua mancanza di collegamenti esterni. In Quando L’angoscia, tratto da Nozze Romane 13 si legge: Quando l’angoscia spande il suo colore Dentro l’anima buia Come una pennellata di vendetta, sento il germoglio dell’antica fame farsi timido e grigio e morire la luce del domani (…). Si noti l’impossibilità - che trapela dai versi - da parte della giovane donna, di liberarsi dal peso dell’esistenza, che già incombe su di lei con tutta la sua carica tragica. Sono probabilmente, i primi, tristi, segnali della follia che attanaglierà la vita futura della Merini. Insieme a ciò, evidente è un certo senso profetico che si attribuisce da più parti ai versi di questa e di altre raccolte. Quelli che ci colpiscono di più sono i rari momenti di stasi, di quiete, in cui la contemplazione genera, appunto, la profezia e la delicatezza del verso: (…) Anche se addormentata nella strada di un sogno, senza gemiti né voci; anche se sola, paurosamente 13 MERINI A., Nozze Romane, in ID., Fiore di Poesia, Einaudi, Torino 1998, p. 50.

Anteprima della Tesi di Silvia Maria Anna Dipace

Anteprima della tesi: Il multiforme universo di Alda Merini. Temi e figure., Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Silvia Maria Anna Dipace Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17726 click dal 27/01/2005.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.