Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Euroregione Alto Adige-Suedtirol: un modello di convivenza interetnica in Europa?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 altri individui che con lui convivono all’interno di uno stesso ambiente sociale, o nell’ambito di uno stesso contesto di esperienza e comportamento” 3 . c) L’individuo assume il ruolo degli altri, e diventa quindi capace di essere oggetto a se stesso, attraverso l’uso del linguaggio, mediante “simboli significativi”. L’individuo quindi interagisce con gli altri attraverso la comunicazione di simboli significativi che implicano un elemento interpretativo: l’individuo deve essere in grado di interpretare il significato del proprio gesto e deve essere capace di immedesimarsi nell’altro e di guardare a se stesso da quel punto di vista. Questa impossibilità di concepire il Sé dell’individuo senza collegarlo all’esistenza di un “Alter” con cui interagisce e comunica, è un punto centrale dell'analisi di un alto autore, Alfred Schutz. Schutz opera una distinzione tra il modo in cui l’individuo fa esperienza e conosce il proprio Sé e il modo in cui l’individuo fa esperienze e conosce l’Alter . L’esperienza del Sé è data solo nel tempo passato, in quanto “non possiamo avvicinarci alla sfera del nostro Sé senza un atto di ritorno riflessivo. L’Alter, invece, è simultaneo al nostro corso di coscienza, con esso condividiamo lo stesso vivido presente: in una parola cresciamo insieme. L’alter ego, dunque, è quel corso di coscienza della cui attività io posso impossessarmi nel loro presente attraverso le mie stesse attività simultanee” 4 . La tesi generale dell’alter ego costituisce la base di fondazione delle scienze sociali. Secondo Schutz: “Ogni nostra conoscenza del mondo sociale, anche nei suoi fenomeni più anonimi e remoti […] è infatti basata sulla possibilità di fare 3 Mead G.H., op.cit., p. 156 4 Schutz A., Saggi sociologici, UTET, Torino, 1962, p. 173

Anteprima della Tesi di Antonio Iovieno

Anteprima della tesi: Euroregione Alto Adige-Suedtirol: un modello di convivenza interetnica in Europa?, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonio Iovieno Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2184 click dal 31/01/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.