Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Orientamenti giurisprudenziali e dottrinali sull'art. 2103 del c.c. in tema di mansioni del lavoratore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 professionale di appartenenza, dunque una netta antitesi rispetto al quanto e al come contrattualmente convenuto. Teoricamente il prestatore di lavoro poteva opporsi rifiutando l’avvenuto mutamento ma facendo ciò inevitabilmente si sarebbe esposto in pieno al rischio del licenziamento( 10 ), è dunque per tale remora che il lavoratore alla fine accettava di svolgere le nuove mansioni, comportamento questo che dalla giurisprudenza coeva era considerato concludente in senso adesivo, traducendosi nell’accettazione tacita delle nuove condizioni di lavoro o, meglio, accondiscendo al mutamento in pejus dell’intera posizione lavorativa. Ne viene fuori un disegno molto articolato nell’ambito del quale il mutamento consensuale di mansioni divenne, in concreto, difficilmente distinguibile dal mutamento unilaterale posto in essere dall’esercizio dello ius variandi dell’imprenditore, secondo lo schema originario del 2103 c.c. . ( 10 ) Infatti, fino al 1966 la disciplina vigente in tema di licenziamento individuale dava la possibilità al datore di lavoro di procedere a recesso immotivato dal contratto di lavoro.

Anteprima della Tesi di Angelo Milito

Anteprima della tesi: Orientamenti giurisprudenziali e dottrinali sull'art. 2103 del c.c. in tema di mansioni del lavoratore, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Angelo Milito Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3996 click dal 31/01/2005.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.