Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Orientamenti giurisprudenziali e dottrinali sull'art. 2103 del c.c. in tema di mansioni del lavoratore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 rapporto interdipendente fra flessibilità del lavoro e tutela effettiva dei prestatori di lavoro. Infatti, una maggiore mobilità della forza lavoro, ma non senza confini, appare funzionale non solo alla razionalizzazione e al coordinamento dell’attività produttiva nel suo complesso, ma anche allo stesso lavoratore sotto un duplice profilo: sia sotto quello professionale, sia in funzione del mantenimento dell’occupazione. E’ dunque abbastanza agevole capire come, un uso della forza lavoro poco duttile può, in qualche modo, lasciare lo stesso lavoratore legato al tipo di professionalità già acquisita e precludergli quella benché minima possibilità di apprezzare le sue potenziali capacità di adattamento ai nuovi profili professionali, che scaturiscono dalla progressiva evoluzione della realtà aziendale. Nonostante tutto quanto premesso, tali esigenze devono però viaggiare di pari passo, in un rapporto di stretta collaborazione, con l’esigenza primaria della tutela del posto di lavoro; in questa direzione è, non di rado, intervenuta la giurisprudenza la quale con un’attività capillare ed incisiva ha allargato, sempre sotto il suo occhio vigile, il concetto dell’equivalenza,

Anteprima della Tesi di Angelo Milito

Anteprima della tesi: Orientamenti giurisprudenziali e dottrinali sull'art. 2103 del c.c. in tema di mansioni del lavoratore, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Angelo Milito Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3996 click dal 31/01/2005.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.