Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio mediante spettroscopia 1H e 31P RMN, del metabolismo energetico di epatociti intrappolati in gel di alginato e perfusi in bioreattore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 valutazione di correlazioni tra vie metaboliche diverse o l’effetto di farmaci su di esse per tempi più protratti (Berry et al. 1991). Il mantenimento a lungo termine “in vitro” della funzionalità metabolica degli epatociti richiede l’adesione cellulare a matrici di supporto idonee, come collagene o matrici di tipo extracellulare; Tuttavia gli epatociti anche se coltivati in aderenza, come monostrato su tali substrati, subiscono fenomeni di adattamento morfo- funzionali fino alla perdita della funzionalità differenziata epatica. Negli ultimi 20 anni, diversi approcci sperimentali sono stati valutati per ottenere colture in cui gli epatociti potessero riorganizzarsi, ricostituire la loro citoarchitettura e mantenere per lunghi periodi di tempo le loro funzioni specifiche. Tali approcci, furono effettuati, o attraverso la modifica della composizione e della geometria della matrice extracellulare (Berthiaume et al. 1996, Mooney et al. 1992, Moghe et al. 1996) oppure attraverso l’interazione con cellule epatiche non-parenchimali; o infine, attraverso il promuovere i contatti cellula-cellula in aggregati cellulari (Landry et al. 1985,Peshwa 1996 et al.). La ricostruzione “in vitro” di una appropriata citoarchitettura tridimensionale degli epatociti ed il mantenimento a lungo termine di alcune attività funzionali, come sintesi di albumina, di urea e attività citocromo P- 450 dipendente, sono state ottenute anche utilizzando idrogel con caratteristiche di non adesione, come il Ca-alginato. (Miura 1987, Joly 1997, Selden 1998).

Anteprima della Tesi di Mirna Mercuri

Anteprima della tesi: Studio mediante spettroscopia 1H e 31P RMN, del metabolismo energetico di epatociti intrappolati in gel di alginato e perfusi in bioreattore, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Mirna Mercuri Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2172 click dal 16/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.