Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Poligonizzazione e Visualizzazione di Superfici Implicite

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

SAMUELE CATTABRIGA POLIGONIZZAZIONE E VISUALIZZAZIONE DI SUPERFICI IMPLICITE 11 solo se in senso antiorario; si definisce, al contrario, sinistrorso se avviene lo stesso rispetto alle prime due/tre dita della mano sinistra, considerando perciò positivi gli angoli orientati in senso orario. Nella computer graphics, per convenzione, vengono utilizzati sistemi destrorsi, principalmente di tipo cartesiano, ma possono inoltre essere aggiunte ulteriori informazioni, al fine di determinare il modello con maggiore precisione. La struttura B-Rep (Boundary Representation) di un oggetto tridimensionale, ad esempio, organizza le informazioni di base in una descrizione della composizione dell'oggetto, costituita da una lista dei vertici in coordinate cartesiane 3D, una tabella dei lati (ognuno identificato dai vertici che ne sono estremi) e una tabella delle facce, di cui ne memorizza tutti i dati relativi. Come si nota, questa scelta, molto frequente, riduce gli oggetti ad un insieme di specifiche che, di fatto, andranno a comporre un modello poligonale dell'oggetto o degli oggetti esaminati. A partire da questa tipologia strutturale, si sono sviluppate numerose tecnologie (e tuttora nella ricerca è stato definito più di un settore specifico che se ne occupa); la più diffusa, che è base di formati più semplici, come quelli contenuti nei files .m, o più complessi, come il formato dati contenuto nei files Alias/Wavefront .obj, viene denominata VFE, da Vertex-Face-Edge: è implementata tramite tabelle che ad ogni vertice associano coordinate, ad ogni lato o segmento i propri vertici estremi e ad ogni faccia i lati che la compongono, similmente alla specifica B-rep generica (anche se, in questo caso, puo’ bastare la descrizione dei vertici e delle facce per ricomporre l’intero modello) [2]. Un ulteriore tipologia di strutture per la modellazione, chiamata CSG (Constructive Solid Geometry), prevede una descrizione basata sulla composizione a partire da solidi esistenti, mediante operazioni per lo più di estrapolazione o fusione, strutturate in un albero di scomposizione con radice nel solido composto e foglie associate ai solidi primitivi. Su di esso poi il modello fornirà un algoritmo per l’efficienza nella composizione, che attraversa l’albero dalle foglie alla radice, in un meccanismo depth-first. Alberi dalle caratteristiche molto simili possono venire ripresi o utilizzati separatamente anche in fase di rappresentazione, nella gestione di griglie poligonali, per

Anteprima della Tesi di Samuele Cattabriga

Anteprima della tesi: Poligonizzazione e Visualizzazione di Superfici Implicite, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'informazione

Autore: Samuele Cattabriga Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 699 click dal 02/02/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.