Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione dell'algoritmo di compressione vocale G.723.1 su un microprocessore ricon gurabile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Architetture riconfigurabili - Nel modello a computazione nello spazio i valori intermedi del- l’elaborazione, che corrispondono agli archi interni del DFG, sono direttamente passati dall’unita` funzionale che li genera all‘unita` che li consuma. In questo modello deve quindi esse- re presente un numero adeguato di bus di comunicazione di dimensioni opportune. - Nel modello a computazione nel tempo, la comunicazione fra le unita` funzionali avviene nel tempo, nel senso che ad ogni ci- clo devono essere resi disponibili tutti gli ingressi necessari per un singolo passo dell‘elaborazione; quindi e` necessario dotare il modello di una memoria centralizzata in grado di contenere i risultati parziali di cui si avra` bisogno nei prossimi cicli. Controllo - Con la computazione nello spazio la logica di controllo e` ridotta al minimo necessario per realizzare il CFG. Poiche´ ogni unita`di calcolo svolge direttamente la particolare computazione richie- sta dal DFG, non sono richiesti segnali di controllo che varino durante la computazione dell‘algoritmo. Nel caso si utilizzi- no risorse non completamente specializzate, puo`alpi`urendersi necessaria una configurazione locale della risorsa computazio- nale che ne specifichi il comportamento (es. sommatore che puo` fungere anche da sottrattore). - Con la computazione nel tempo il controllo risulta molto piu` complesso perche´ di volta in volta si deve specificare sia la fun- zionalita` sia il percorso dei dati coinvolti. Nella memoria cen- tralizzata dovranno quindi risiedere istruzioni che descrivono univocamente il comportamento della macchina. Le logiche programmabili possono essere classificate sulla base del mo- dello di computazione a cui fanno riferimento, ma anche in base ad altre caratteristiche piu` proprie del dispositivo: ad esempio la granularita`con cui e` possibile riprogrammare l’hardware e` uno dei parametri fondamen-

Anteprima della Tesi di Geoffroy Dongmo Gniedzeko

Anteprima della tesi: Implementazione dell'algoritmo di compressione vocale G.723.1 su un microprocessore ricon gurabile, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Geoffroy Dongmo Gniedzeko Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 993 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.