Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e prodotti editoriali nel mondo del calcio - I casi di Milan e Inter

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Comunicazione e prodotti editoriali nel mondo del calcio: i casi di Milan e Inter Simone Cometti 150540 conosciamo oggi, alla nascita delle prime federazioni ufficiali e all’inizio del calcio moderno. Una storia che corre parallela a quella nazionale ed internazionale e che si intreccia e si amalgama con la vita sociale ed economica dei diversi paesi. Il pallone ha percorso una parte importante della storia italiana ed europea, arrivando a modificare le abitudini degli appassionati, maturando e crescendo fino al punto di diventare la loro prima passione. Insieme a ciò però il calcio ha iniziato un proprio processo di “enfatizzazione” che lo ha portato a raggiungere dimensioni non supportate da salde fondamenta: come altre “bolle” già osservate nella storia economica recente (basti pensare solo allo sviluppo esponenziale della net- economy sul finire degli anni ’90 e alla sua successiva contrazione) anche il calcio ha presto evidenziato i limiti strutturali di una crescita eccessiva, rischiando infine il vero e proprio tracollo. Nel momento in cui sarebbe stato possibile puntare alla consacrazione dello sport professionistico come attività di primo piano, la stessa crescita del fenomeno economico divenne non più controllabile e di ardua gestione.. Proprio il SECONDO CAPITOLO tratta il tema sempre d’attualità della nascita del calcio business. I calciatori col passare del tempo iniziarono ad avere sempre più potere contrattuale e a pretendere remunerazioni sempre più cospicue, diventando così “professionisti”. Naturalmente questo comportò una crescita esponenziale dei costi per le società di calcio che dovettero iniziare a “vendere” lo spettacolo calcistico ed a trovare diverse e sempre nuove fonti i guadagno per le loro casse, dando così vita alla fase definibile del “neocalcio”, dove tutto fu trasformato in spettacolo. L’evento catalizzatore di questa trasformazione, che dette la spinta decisiva al calcio nella direzione del business a tutti i costi, fu la sentenza Bosman, che tra i diversi cambiamenti apportati ai regolamenti giuridici sportivi e nazionali, rese soprattutto i club calcistici delle società a fini di lucro a tutti gli effetti. Da ciò nasce in questo capitolo la necessità di esaminare tutte le conseguenze della sentenza Bosman e di tracciare un’attenta analisi economica della Serie A e dei principali club calcistici europei. Il TERZO CAPITOLO inizia a trattare nello specifico il tema della comunicazione nel mondo del calcio e più precisamente del rapporto tra quest’ultimo ed i media. Il capitolo è dedicato al fenomeno della stampa sportiva in Italia, a quello della tv e delle nuove tecnologie. Innanzitutto ho compiuto una breve analisi, anche storica, dell’evoluzione della stampa sportiva in Italia, che ha portato il nostro paese ad avere ben tre diversi quotidiani sportivi. Ho dato poi grande risalto alla questione dello sport in tv, argomento legato al fenomeno delle pay-tv e soprattutto a quello scottante dei diritti televisivi criptati ed in chiaro, cercando di tracciare un breve cronistoria degli avvenimenti che hanno portato il nostro campionato di calcio di Serie A ad avere il più alto valore di diritti tv di tutta l’Europa. 2

Anteprima della Tesi di Simone Cometti

Anteprima della tesi: Comunicazione e prodotti editoriali nel mondo del calcio - I casi di Milan e Inter, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Simone Cometti Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6771 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.