Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e Riconoscemento di traiettorie di oggetti mobili

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - Contesto - 12 - L’enfasi è sull’architettura di un sistema di video-sorveglianza per zone geograficamente distanti. In [9] invece, si descrive un sistema di video-sorveglianza orientato alle annotazioni tramite agenti; infatti l’idea è quella di assegnare un agente automatico, detto di comportamento, ad ogni pedone o veicolo nella scena, con il compito di annotare la traiettoria percorsa; inoltre sono previsti degli agenti, detti di stato, che comunicano con due agenti di comportamento; gli agenti di stato hanno il compito di riassumere le interazioni tra gli oggetti assegnati ai due agenti di comportamento, con i quali comunicano. Ogni agente di comportamento utilizza una rete Bayesian [20], per dedurre le caratteristiche fondamentali della traiettoria dell’oggetto assegnato. Un oggetto in movimento, è definito attraverso le coordinate nella scena e le aree di interesse; viene utilizzato un vettore di velocità calcolato in media sugli ultimi k-frame per individuare la testa, la velocità e l’accelerazione dell’oggetto. La traiettoria, percorsa dall’oggetto durante un prefissato periodo, è approssimata con una curva standard B-spline, al fine di caratterizzarne la regolarità. In questo modo si forniscono informazioni utili circa il comportamento dell’oggetto seguito. Un approccio di questo tipo risulta essere molto utile per evidenziare le interazioni tra gli oggetti in una scena. D’altra parte, un sistema di video-sorveglianza di un parcheggio, molto interessante, viene descritto in [10]; l’idea è quella di definire una grammatica probabilistica, attraverso la quale, da oggetti individuati ed eventi riconosciuti, si derivano le azioni per interpretare cosa sta accadendo nel parcheggio.

Anteprima della Tesi di Emiliano Desideri

Anteprima della tesi: Analisi e Riconoscemento di traiettorie di oggetti mobili, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Emiliano Desideri Contatta »

Composta da 224 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 882 click dal 12/04/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.