Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La logistica come fattore competitivo di sistema

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Le seconde, invece, hanno lo scopo d’individuare la localizzazione ottima dell’impresa rispetto ad un centro di mercato, in modo da massimizzare i ricavi dell’impresa. La crisi del fordismo ha molecolarizzato e polverizzato i luoghi di produzione e del sapere. Le economie nazionali hanno conosciuto una transizione dal predominio dell’industria di beni e servizi ad una fase in cui la componente più vasta dell’attività economica è costituita dall’informazione, o comunque da attività basate sulla conoscenza. In un’economia dell’informazione, i mezzi di produzione sono costituiti da strumenti informatici, ed i “mezzi di trasporto” da reti telematiche. È chiaro, quindi, che in un tale contesto, la funzione spazio diviene assolutamente relativa mentre riacquista importanza la funzione tempo. La rivoluzione dell’Information and Communication Technologies sul mondo reale ha potuto aver luogo grazie allo sviluppo della logistica, nel senso che il peso del costo di trasporto rispetto alla distanza è risultato sempre più irrilevante, mentre è cresciuta l’incidenza del costo logistico. La scelta ubicazionale perde di significato, perché i cicli produttivi si spezzettano grazie al supporto logistico e pervengono a prodotti “logisticizzati”. Pertanto, i vecchi modelli trasporti-localizzazione sono sostituiti da nuovi modelli, dove la logistica determina il valore. In questo lavoro ne vedremo in particolare uno che studia gli effetti del comportamento logistico sulla localizzazione dell’impresa. Gli effetti spaziali della globalizzazione, però non si esauriscono qui. Nell’osservazione della realtà, si nota facilmente che le imprese non sono poi così sparse sul territorio, esse tendono a concentrarsi. la distribuzione delle imprese sul territorio non è casuale e omogenea, ma che, senza dubbio, essa segue regole nascoste. In alcuni casi, infatti, le imprese appaiono concentrarsi tutte nella stessa area, sia insieme con altre imprese appartenenti allo stesso settore produttivo sia con imprese diverse; in altri casi, al contrario, esse si distribuiscono su tutto il territorio cercando di essere il più vicino possibile ai propri clienti. La nuova geografia economica cerca di spiegare questi fenomeni. In particolare, si occupa di trovare una risposta a questa domanda: quali fattori hanno influenzato e continuano ad influenzare la distribuzione geografica dell’attività economica? Soprattutto: come si organizzeranno spazialmente le attività economiche, dato che l’economia sembra

Anteprima della Tesi di Diego Volpato

Anteprima della tesi: La logistica come fattore competitivo di sistema, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Diego Volpato Contatta »

Composta da 294 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11234 click dal 04/02/2005.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.