Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Profili della Qualità nel Settore Agroalimentare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 comprensione delle ragioni di fondo dell’acceso dibattito che riguarda quest’area produttiva. Nel secondo capitolo (Gli ambiti di intervento per garantire la qualità dei prodotti agroalimentari) vengono esaminati i tre principali livelli di intervento normativo finalizzati alla tutela ed al riconoscimento della qualità nelle produzioni agroalimentari (Ambito Cogente, Ambito Regolamentato e Ambito Volontario), dandone una descrizione analitica, volta alla comprensione del contenuto delle singole aree di intervento ed alle modalità di applicazione delle stesse. In particolare, la parte finale del capitolo (quella dedicata all’Ambito Volontario) sarà volta all’esposizione della complessa tematica della Certificazione volontaria di processo e di prodotto ed all’illustrazione delle norme tecniche internazionali ISO e delle loro più recenti innovazioni. Il terzo capitolo (L’estensione dei controlli sulla qualità: la rintracciabilità) riguarda uno degli argomenti di maggiore rilievo degli ultimi tempi nel settore agroalimentare, cioè la possibilità di tracciare la storia del prodotto, estendendo quindi il controllo sulla filiera produttiva a tutte le fasi della lavorazione (dalla materia prima al prodotto finito). Nel quarto ed ultimo capitolo (Il dibattito sulla qualità e gli OGM: posizioni a confronto), vengono presi in considerazione i fattori che sono alla base dell’acceso dibattito nato intorno alla possibilità di applicare o meno criteri qualitativi anche alle produzioni geneticamente modificate, nonché all’opportunità dei limiti già previsti dalla legge in materia di contaminazione accidentale da OGM. Al fine di esporre al meglio le diverse opinioni a riguardo, saranno prese in considerazione le posizioni assunte dai due maggiori sindacati agricoli italiani (Confagricoltura e Coldiretti) in contrapposizione tra loro e quella più neutra di un Organismo di Certificazione, il CSQA, avente esperienza pluriennale nel settore agroalimentare.

Anteprima della Tesi di Stefano Binucci

Anteprima della tesi: I Profili della Qualità nel Settore Agroalimentare, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Binucci Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11947 click dal 10/02/2005.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.