Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La catalogazione semantica dei contenuti didattici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Alla base del paradigma sull’apprendimento collaborativo ci sono le teorie di Vygotsky e Bruner che hanno influenzato gran parte delle ricerche sull’importanza della collaborazione tra docenti e discenti nel processo di apprendimento. Vygotsky ha introdotto il concetto di “Zona di sviluppo prossimale”. La zona di sviluppo prossimale è la zona cognitiva entro la quale uno studente riesce a svolgere, con il sostegno (scaffolding) di un adulto o in collaborazione con un pari più capace, attraverso la mediazione degli scambi comunicativi, compiti che non sarebbe in grado di svolgere da solo. L'ambiente d'apprendimento è un luogo, reale o virtuale, in cui gli studenti possono lavorare insieme ed aiutarsi a vicenda per imparare ad usare una molteplicità di strumenti e risorse informative nel comune perseguimento di obiettivi di apprendimento e di attività di problem solving. Il tema principale nella teoria di Bruner è che l’apprendimento è un processo attivo nel quale il discente costruisce nuove idee o concetti sulla base del bagaglio di conoscenza che ha interiorizzato. Il discente seleziona e trasforma l’informazione, costruisce ipotesi e prende decisioni, appoggiandosi ad una struttura cognitiva. Tale struttura fornisce il significato ed un’organizzazione alle esperienze e permette all’individuo di “fare un passo in avanti rispetto all’informazione che gli è stata veicolata” La premessa principale di queste teorie, è data dalla constatazione che le funzioni intellettuali sono il prodotto della storia sociale. Il linguaggio è lo strumento attraverso il quale noi assorbiamo gli elementi culturale, organizziamo il nostro pensiero e le nostre azioni.

Anteprima della Tesi di Dino Costagliola

Anteprima della tesi: La catalogazione semantica dei contenuti didattici, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Dino Costagliola Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2998 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.