Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecniche di classificazione basate sulla separazione sferica di insiemi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 I problemi di classificazione La classificazione permette di distinguere oggetti appartenenti a diverse classi; nel caso in cui le categorie siano più di due, si parla di classificazione multi-classe, altrimenti ci si riferisce ad una classificazione binaria. Nella nostra trattazione ci occuperemo di questo secondo caso. L’SVM, di cui sopra, è proprio un classificatore binario, capace di apprendere il confine esistente fra esempi appartenenti a due diversi insiemi. La classificazione è un campo della ricerca molto importante, in quanto può essere applicata a problemi reali di vario genere, relativi anche a situazioni critiche. Le prime applicazioni delle SVMs sono relativi a: • riconoscimento di oggetti (Blanz, 1996); • identificazione di oratori (Schmidt, 1996); • identificazione di volti in immagini (Osuna, 1997); • classificazione di testi (Joachims, 1997). Altre applicazioni sono: • bioinformatica; • sequenze in proteine; • gene expression; • informazioni filogenetiche; • ionosfera; • diagnosi dei mieli uniflorali. Le applicazioni più significative sono comunque quelle in ambito medico; infatti, le SVMs possono rappresentare un importante sistema di supporto alle

Anteprima della Tesi di Salvatore Tucci

Anteprima della tesi: Tecniche di classificazione basate sulla separazione sferica di insiemi, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Salvatore Tucci Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1068 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.