Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela dei beni culturali e gli strumenti di pianificazione urbanistica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 artistico. Ciò denotava con chiarezza la carenza, nel panorama legislativo italiano, di una legge relativa allo specifico segmento della tutela del patrimonio paesaggistico. Espressione di mera conservazione integrale delle qualità paesistiche del bene protetto, sono alcuni testi normativi degli anni venti, meritevoli di menzione nel novero dei provvedimenti di tutela del periodo fascista poiché essi rappresentarono la prima sistemazione di ciò che oggi definiremmo area naturale protetta, nell'ambito del contesto territoriale nazionale. Essi sono: il r.d. 3 dicembre 1922, n. 1584, istitutivo del Parco nazionale del Gran Paradiso e la legge 12 luglio 1923, n. 1511, istitutiva del Parco nazionale d’Abruzzo, i quali pongono al 1° art. la finalità di conservazione delle bellezze naturali. A questi seguirono altri provvedimenti sempre orientati verso la costituzione di aree naturali protette, in particolare la legge istitutiva del Parco nazionale del Circeo (l. 25 gennaio 1934, n. 285), e quella istitutiva del Parco nazionale dello Stelvio (l. 24 aprile 1935, n. 740), che prevedevano oltre ad aspetti meramente conservativi del bene paesaggistico anche finalità dirette alla

Anteprima della Tesi di Anselmo Provenzano

Anteprima della tesi: La tutela dei beni culturali e gli strumenti di pianificazione urbanistica, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Anselmo Provenzano Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7407 click dal 09/02/2005.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.