Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Tesi di laurea di Marco Mori 3 progresso sono la suddivisione delle risorse in modo che tutti i popoli possano godere di livelli di vita accettabili, il passaggio dall’approccio “usa e getta” a quello “dalla culla alla tomba” che presuppone l’incremento di prodotti durevoli e riciclabili, il passaggio dalle fonti energetiche non rinnovabili a quelle rinnovabili e l’accelerazione dello sviluppo di tecnologie che consentano un utilizzo efficiente dell’energia, il trasferimento di risorse tecnologiche e finanziarie ai Paesi in via di sviluppo (Brera A., 1994). Una società può compromettere in vari modi la propria capacità di soddisfare in futuro i bisogni essenziali dei suoi membri, per esempio sfruttando eccessivamente le risorse. Lo sviluppo tecnologico può dare soluzione ad alcuni problemi immediati, ma aprirne di ancora maggiori. Ampi settori della popolazione possono essere emarginati da uno sviluppo male inteso. Numerosi interventi umani sui sistemi naturali (deviazioni di corsi d’acqua, estrazione di minerali, immissione di gas nocivi nell’atmosfera ecc.) oggi sono assai più incisivi quanto a scala e impatto, e rappresentano una grave minaccia per i cicli ecologici alla base della vita sul piano sia locale sia planetario. Occorre che questo non si verifichi più. Uno sviluppo sostenibile deve perlomeno non apportare danni ai sistemi naturali, che costituiscono la base della vita sulla Terra, vale a dire l’atmosfera, le acque, il suolo e gli esseri viventi. Non esistono precisi limiti alla crescita in termini di popolazione o uso di risorse, superati i quali si ha il disastro ecologico. Per il consumo di energia, materie prime, acqua e terra valgono limiti differenti; molti di essi si manifestano in forma di costi crescenti e profitti calanti, anziché in forma di un’improvvisa scomparsa di una base di risorse. Per quanto riguarda le risorse non rinnovabili, come combustibili fossili e minerali, il loro uso riduce le riserve di cui le future generazioni potranno disporre. Ciò però non significa che tali risorse non vadano usate. Nel caso di minerali e combustibili fossili, il ritmo di diminuzione e l’importanza da attribuire al riciclaggio e all’economia d’uso andrebbero calibrati in modo da assicurare che la risorsa non si esaurisca prima che siano disponibili sostituti accettabili. In sostanza, lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento nel quale lo sfruttamento delle risorse, l’andamento degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i mutamenti istituzionali sono in reciproca armonia e incrementano il potenziale attuale e futuro di soddisfazione dei bisogni e delle aspirazione umane.

Anteprima della Tesi di Marco Mori

Anteprima della tesi: Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Mori Contatta »

Composta da 332 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15204 click dal 11/02/2005.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.