Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Tesi di laurea di Marco Mori 6 diminuzione). I combustibili solidi, essenzialmente il carbone, forniscono il 25% del totale (mantenendosi costanti), mentre il gas naturale, al 20% circa, è la fonte primaria il cui contributo è cresciuto più rapidamente. Anche nel caso dell’intensità energetica, definita come il rapporto tra l’energia consumata in un Paese e il suo prodotto interno lordo (dà una misura dell’efficienza con cui l’energia viene utilizzata), per un confronto significativo si deve tenere conto del grado di sviluppo e delle condizioni contingenti di ogni Paese. A livello mondiale, il PIL è cresciuto assai più del consumo energetico, riducendo il valore dell’intensità energetica. Inoltre, in base ai programmi nazionali della Comunità Europea circa la riduzione delle emissioni dei gas serra, come l’anidride carbonica, il metano ed il protossido di azoto, programmi stilati successivamente agli accordi internazionali di Kyoto, si prevedono interventi di modernizzazione e protezione dell’ambiente che comprendono incrementi nello sfruttamento energetico delle biomasse e dei residui con contenuto energetico rilevante. 1.2.1 IL PANORAMA ENERGETICO EUROPEO La produzione di energia primaria nei Paesi dell’Unione Europea è cresciuta da 606,3 MTep nel 1980 a 791,4 MTep nel 2000. Questo aumento è dovuto principalmente all’energia nucleare, al petrolio e, in minor misura, al gas naturale; mentre è fortemente diminuita la produzione di carbone. Nel 2000 le fonti rinnovabili hanno contribuito per 82 MTep: un terzo derivante dall’energia idroelettrica ed eolica; mentre il maggior contributo è fornito dalla biomassa, i valori più elevati sono quelli della Francia e della Svezia. A livello europeo i consumi energetici totali sono passati da 1241 MTep nel 1980-85 a 1409 MTep nel 2000, con un incremento del 14% circa. Il consumo energetico pro capite è leggermente salito ad un valore di 3,68 Tep/abitante anno nel 2000. In Italia il consumo per abitante dal 1980 al 2000 è cresciuto del 20,3%, rimanendo però assai inferiore alla media europea. Complessivamente i valori dell’intensità energetica nei vari Paesi europei stanno lentamente diminuendo.

Anteprima della Tesi di Marco Mori

Anteprima della tesi: Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Mori Contatta »

Composta da 332 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15205 click dal 11/02/2005.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.