Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Irpinia storia e memoria del terremoto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 A un certo punto iniziò a tremare la terra: tentai di scappare, ma rimasi imprigionata nel crollo delle mura e di quei secondi ricordo solo il buio. Fortunatamente un vicino di casa riuscì a liberarmi dalla morsa delle pietre e raggiunsi gli altri sopravvissuti nella piazza di Teora, dove fui anche medicata per la vistosa ferita alla fronte che avevo riportato. Intanto incontrai mio figlio, che era rimasto illeso. Il mattino seguente mi incamminai verso casa, alla ricerca di Teresa, ma il parroco mi fermò chiedendomi dove stessi andando. Gli risposi che andavo a cercare mia figlia. Mi rispose che era inutile perché Teresa era morta, schiacciata dal crollo di un balcone lungo il corso, nei pressi del forno. Fui trasportata all’ospedale di Oliveto Citra per ulteriori medicazioni, ma volevo tornare a Teora per poter vedere il corpo di mia figlia. Dopo pochi giorni giunse mio genero, che viveva con mia figlia e un bimbo di sei mesi in Svizzera, e con lui partii alla volta della Svizzera dove trascorsi circa un mese e dove mi prestarono altre cure per la ferita che mi aveva aperto la fronte. Ma la ferita più grave era un’altra, era la perdita di mia figlia. Nel mese di gennaio, tornata a Teora, andai a cercare il posto dove era stata seppellita Teresa. Era all’esterno del cimitero, poiché i cadaveri erano stati distribuiti tra l’interno e l’esterno. Ricordo quel giorno di gennaio, sotto la neve, in cui con pochi operai demmo una sepoltura degna al corpo di Teresa 6 . 6 Testimonianza di Giovanna Ciccone, 68 anni, casalinga di Teora (Av).

Anteprima della Tesi di Stefano Ventura

Anteprima della tesi: Irpinia storia e memoria del terremoto, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefano Ventura Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6381 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.