Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''So, Mr. Berlusconi?'' La stampa estera e il semestre di presidenza italiana in Europa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 (1998: 23), i news values vengono distinti in due categorie: quelli riguardanti l’interesse del pubblico e quelli riguardanti il lavoro della redazione. 1.1.1. News values e pubblico Secondo Weiss «la notizia giornalistica è il rapporto su un avvenimento destinato a un pubblico» (Weiss in Papuzzi, 1998: 11): una definizione, questa, che include due “cardini” della notizia, l’avvenimento e il pubblico. Soffermiamoci ora su quest’ultimo, e sulla sua influenza: un fatto non diventerà mai notizia senza un pubblico, e chi scrive lo fa per essere letto. Ciò significa che gli interessi, i modelli culturali, i gusti e le esigenze del pubblico vanno tenuti in grande considerazione dai giornalisti: per Papuzzi, ogni testata tende quindi a stabilire una sorta di «empatia» con il proprio pubblico. I criteri di selezione delle notizie ne sono una diretta conseguenza, e alcuni di questi derivano proprio dall’attenzione nei riguardi della propria audience. Vediamoli in dettaglio: - Novità: più un fatto è singolare, mai visto, più suscita interesse; - Vicinanza: più un fatto si svolge in prossimità (geografica, ma anche ideologica, politica) del pubblico, più risulterà interessante: in questo senso va visto anche il tentativo di riportare le notizie estere attraverso un’ottica nazionale, o locale (domestification); - Dimensione: l’attenzione del pubblico è maggiormente catalizzata da eventi di grandi dimensioni (disastri con un elevato numero di vittime, ad esempio); - Comunicabilità: il pubblico è più interessato a notizie di facile comprensione, quindi semplici da comunicare; - Drammaticità: attirano maggiormente l’attenzione le notizie che suscitano emozioni, soprattutto negative (secondo il celebre «Bad news is good news»); - Conflittualità: la gente è interessata a scontri, sfide, e in generale a tutto ciò che prevede vincitori e vinti: per questo spesso, in particolare in politica, i fatti vengono interpretati in questi termini, dando alla notizia una maggiore appetibilità;

Anteprima della Tesi di Riccardo Casini

Anteprima della tesi: ''So, Mr. Berlusconi?'' La stampa estera e il semestre di presidenza italiana in Europa, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Riccardo Casini Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2654 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.