Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''So, Mr. Berlusconi?'' La stampa estera e il semestre di presidenza italiana in Europa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Le nuove tecnologie hanno però modificato drasticamente le procedure lavorative all’interno delle redazioni dei quotidiani: il flusso costante di informazioni che arrivano sul desk e la necessità di trattare una materia in costante evoluzione hanno spostato «l’accento dalla fretta [di arrivare primi] alla novità» (Sorrentino, 1995: 206). La velocizzazione dell’informazione è solo uno degli aspetti con cui oggi devono fare i conti i valori notizia appena elencati: a questa si aggiungono infatti la frammentazione degli eventi e la semplificazione. Se già la velocizzazione, con il ritmo frenetico e il minor tempo di trattazione, portava la notizia a una netta decontestualizzazione dalla realtà, la semplificazione amplifica questo processo. Il pubblico è ormai abituato a ricevere piccoli “bocconcini” di informazione, ma serviti in grande quantità e a ritmi sempre più incalzanti: in questo modo è difficile collegare i nuovi input a un contesto più ampio e generale. A ciò si aggiunge, come detto, il processo di semplificazione, inaugurato dalla televisione e dal suo linguaggio, e oggi imitato anche dalla stampa; 8 se è vero da sempre che «la trasformazione di un fatto in notizia è il risultato di un processo di riduzione di complessità» (Sorrentino, 1995: 5), negli ultimi decenni questa tendenza ha subito una notevole accelerazione. La semplificazione, seguendo sempre Sorrentino, si attua in particolare attraverso due modelli: il sensazionalismo e la personalizzazione. Il sensazionalismo nasce dal bisogno di differenziarsi dagli altri media e dal generale alleggerimento dei toni informativi, e porta alla spettacolarizzazione della notizia; 9 della personalizzazione parleremo invece più avanti, nel paragrafo dedicato alla presentazione delle notizie. 8 Non si tratta certamente dell’unico punto sul quale la carta stampata sta seguendo il modello televisivo: dalla formula omnibus (il quotidiano in cui si parla di tutto) al cosiddetto infotainment (un misto tra informazione e intrattenimento), sono molti gli aspetti per i quali il piccolo schermo ha fatto scuola. 9 Anche la spettacolarizzazione è evidentemente un modello mutuato dalla televisione.

Anteprima della Tesi di Riccardo Casini

Anteprima della tesi: ''So, Mr. Berlusconi?'' La stampa estera e il semestre di presidenza italiana in Europa, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Riccardo Casini Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2654 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.